Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il Dieselgate paralizza il tribunale di Venezia
02/09/2017 - Pubblicato in news nazionali

Finanziamento straordinario di oltre 4 mila euro per carta e toner da parte del Ministero della giustizia per il fax del tribunale di Venezia. La class action per il Dieselgate rischia di paralizzare il tribunale di Venezia, sede competente perché la base italiana dell’azienda automobilistica tedesca ha sede a Verona. Le class action ammesse dai giudici della terza sezione, presieduta dal magistrato Roberto Simone sono due: una sui consumi dichiarati che non sarebbero stati corrette, mentre l’altra riguarda il Diselgate e l’alterazione delle emissioni. Altroconsumo è l’associazione in prima fila nell’azione contro Volkswagen. Possono aderire alla class action tutti coloro che hanno acquistato in Italia, nel periodo compreso tra il 15 agosto 2009 e il 26 settembre 2015 un’autovettura di marca Volkswagen, Audi, Seat e Skoda con motore WA189 Euro 5.

Fonte: ItaliaOggi – Filippo Merli (pag. 6)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cioffi (Mise) al Consiglio Ue: “Serve una carbon tax”

“Se vogliamo essere competitivi forse dovremmo ricominciare a pensare a una carbon tax che ci permetta di avere una specificità dell’Europa rispetto ad altri Paesi”.
[leggi tutto…]

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]