Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Descalzi: i prezzi del petrolio? Le rinnovabili non c’entrano, è la debolezza dell’Opec
10/10/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Secondo Claudio Descalzi, intervenuto ieri a Milano alla presentazione del libro «Energia e clima» dell’ex ministro e docente Alberto Clò, «la volatilità dei prezzi dell’oil&gas non è dovuta tanto alle rinnovabili quanto alla politica dell’Opec, che non è stato in grado di intervenire in maniera forte». A quasi un anno di distanza dall’intesa tra i principali Paesi petroliferi di tagliare la produzione di greggio l’esito non è stato quello che ci si attendeva». Dopo un 2016 caratterizzato da un eccesso di offerta e da prezzi piuttosto contenuti neanche il 2017 sta rivelando un andamento rialzista che comporterebbe maggiori margini per i big dell’energia. Big che, come rivelato dal libro di Clò e nel corso del dibattito, stanno realizzando livelli di investimenti relativi. E questo a causa dell’incertezza normativa che caratterizza l’intero settore dell’energia.

Fonte: Corriere della Sera, Economia – Fabio Savelli (pag. 37)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Green new deal, la Speranza per il futuro

La Banca europea per gli investimenti ha approvato la nuova politica per l’energia.
[leggi tutto…]

Primato mondiale per petrolio e gas

Gli Stati Uniti sono diventati il più grande produttore di petrolio al mondo, oltre che di gas naturale
[leggi tutto…]

Snam, il core business spinge utile e marginalità

Sfruttando la positiva performance del business del trasporto gas e il mix di efficientamento della gestione operativa e ottimizzazione della struttura finanziaria, Snam ha i principali indicatori in crescita e con una netta accelerazione
[leggi tutto…]