Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Descalzi incontra Lourenço, nuovo presidente Angola
07/11/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Il presidente della Repubblica dell’Angola João Gonçalves Lourenço e l’amministratore delegato di Eni Claudio Descalzi si sono incontrati ieri a Luanda. L’incontro, avvenuto alla presenza del ministro per le Risorse Minerarie e Petrolifere Diamantino Azevedo, riferisce una nota dell’Eni, è stato l’occasione per fare il punto sulle attività operative, di accesso all’energia e di supporto socio-economico e sanitario di Eni nel Paese. Nel febbraio di quest'anno, con 5 mesi di anticipo rispetto al piano di sviluppo, Eni ha avviato la produzione dell’East Hub Development Project, nel Blocco 15/06 nel deep offshore angolano. È stato raggiunto un plateau di circa 150.000 barili di olio al giorno. Altri due progetti, Ochigufu e Vandumbu, sono in fase di esecuzione e saranno avviati rispettivamente nella prima metà del 2018 e nella seconda metà del 2019. Questi progetti, con l’aggiunta di un nuovo sistema di pompaggio sottomarino che entrerà in funzione nella seconda metà del 2018, consentiranno di aggiungere 54.000 barili di olio/giorno agli attuali livelli produttivi.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza & mercati – Red. (pag. 35)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Def, il giudizio di imprese e sindacati

È in chiaroscuro il giudizio delle categorie produttive sul Def, dopo il giro di audizioni di ieri presso le commissioni Bilancio di Camera e Senato. Gli industriali apprezzano i “due decreti approvati ma non ancora pubblicati (così de
[leggi tutto…]

Confindustria: Italia sia hub del gas. Crippa: supporto a chi si allinea al Pec

Si è svolto a Roma l'incontro tra il Comitato Energia di Confindustria e il sottosegretario allo Sviluppo economico Davide Crippa. Al centro del confronto, il Piano nazionale energia e clima e il ruolo strategico del gas naturale per la transi
[leggi tutto…]

Doppia Commessa per Saipem

Saipem si è aggiudicata nuovi contratti nel drilling offshore in Norvegia e in Medio Oriente per un totale di oltre 200 milioni di dollari.
[leggi tutto…]