Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa La cura dimagrante dei prezzi del petrolio fa soffrire la Cdp
05/10/2017 - Pubblicato in news nazionali

Secondo le ultime analisi, il prezzo del petrolio è molto vicino a nuovi ribassi a causa delle tensioni legate al referendum indipendentista curdo. Brutte notizie dunque all’orizzonte per le società che operano nel mondo del petrolio. E che in Italia, in buona parte, sono partecipate dallo Stato. È il caso di Eni, Saipem e Trevi. Per le ultime due società, che si occupano di “servire” le major del petrolio, il crollo del prezzo dell’oro nero, e la conseguente mancanza di nuove commesse, sono fatali. A essere penalizzato è l’intero business e, in particolare, il valore del titolo in Borsa. Cdp equity ha fiducia che le perdite accumulate sui due fronti saranno recuperabili. Nell’attesa, però, il conto è salato.

Fonte: Il Giornale, Economia – Sofia Fraschini (pag. 22)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]