Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa La crisi del nucleare francese traina le tariffe di luce e gas
16/05/2017 - Pubblicato in news internazionali

L’emergenza elettrica nucleare francese di gennaio ha fatto salire l’inflazione in primavera. Nell’andamento dell’inflazione rilevato dall’Istat per il mese di aprile (+0,9 rispetto a un anno prima) questa volta il rincaro dei prezzi non è dovuto agli incerti del greggio bensì ai guai atomici dei francesi. Il contributo più influente sull’inflazione di aprile è quello dei «Beni energetici regolamentati», cioè le tariffe di luce e gas per le famiglie e le piccole attività che non si sono rivolte al mercato libero. In aprile rileva l’Istat, luce e gas sono rincarati del +5,7%, contro il -1,2% del mese precedente, a cui contribuiscono in misura simile la corrente (+5,4%) e il gas (+5,9%), i quali in marzo invece avevano offerto un ribasso (-1,0% e -1,4%). Il motivo del rincaro di aprile per luce e metano è per l’emergenza elettrica francese di gennaio.

Fonte: Il Sole 24 Ore – J.G. (pag. 11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

CO2, il balzo dei prezzi dei permessi di emissione nel 2019

Nel 2019 bastava un prezzo della CO2 di meno di 12 euro la tonnellata per rendere più conveniente la generazione a gas rispetto a quella a carbone. Nel 2019 il “prezzo” della CO2 (dei permessi Ets) è stato molto più alto,
[leggi tutto…]

Di Maio e tariffe gas Austria, interrogazione di Leu e +Europa a Conte

È urgente e fondamentale capire esattamente quale sia la posizione che il Governo italiano intende assumere rispetto al tema costi di importazione del gas naturale da altri paesi dell'Unione europea
[leggi tutto…]

Primi carichi di Gnl Usa respinti in Europa

L’Europa sembrava in grado di assorbire ogni eccesso di gas liquefatto
[leggi tutto…]