Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il conto di Kashagan a Eni & Co
30/06/2015 - Pubblicato in news internazionali

Da un lato la firma di un accordo che conferma gli ottimi rapporti d'affari tra l'Eni   e il Kazakhstan. Dall'altra i costi che lievitano per il riavvio del giacimento di Kashagan, bloccato da ottobre 2013 dopo una fuga di gas. La sostituzione di tutte le tubature, un lavoro da 1,8 miliardi di dollari affidato a Saipem, è già partita ma restano le preoccupazioni sui tempi espresse dal presidente kazako, Nursultan Nazarbayev. La nota ufficiale del Cane a sei zampe riferisce dell'intesa firmata sabato scorso all'Expo dall'ad di Kmg (KazMunayGas), Sauat Mynbayev, e dall'ad Eni  , Claudio Descalzi, per il trasferimento all'Eni   del 50% dei diritti di sfruttamento del blocco di Isatay, nel Mar Caspio. Il trasferimento avverrà nei prossimi mesi, dando seguito a un accordo strategico sottoscritto esattamente un anno fa, e che prevede anche lo sviluppo congiunto di un cantiere navale a Kuryk.

Fonte: MIlano Finanza 

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Rally del petrolio con ipotesi tagli

Il mercato del petrolio è forse vicino a una svolta. Arabia Saudita e Stati Uniti hanno aperto la porta alla possibilità di tagli alla produzione, anche di grande entit
[leggi tutto…]

Forniture gas, la Polonia vince l’arbitrato con la Russia

Al termine di una disputa legale durata cinque anni, il Tribunale arbitrale di Stoccolma ha accolto le tesi della polacca Pgnig, che nel 2015 aveva presentato ricorso contro Gazprom per i termini di prezzo del contratto di fornitura gas di lungo-termine f
[leggi tutto…]

Idrogeno verde, per la competitività servono 150 mld $ in 10 anni

L'idrogeno verde, prodotto per elettrolisi dall'acqua attraverso elettricità da fonte rinnovabile, è una strada promettente, ma per renderlo economicamente sostenibile – con un costo di un dollaro al kg – servono incent
[leggi tutto…]