Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Sono in continua crescita i rapporti d’affari fra l’Italia e l’Azerbaigian. A questo contribuisce soprattutto il ruolo di fornitore di gas per l’Europa cui si candida il Paese
14/06/2016 - Pubblicato in news nazionali

Sono in continua crescita i rapporti d’affari fra l’Italia e l’Azerbaigian. A questo contribuisce soprattutto il ruolo di fornitore di gas per l’Europa cui si candida il Paese che si affaccia sul Caspio, da quando sono stati scoperti gli immensi giacimenti offshore di Shah Deniz ed è partita la realizzazione del gasdotto Tap. Su questo fronte due gruppi italiani sono particolarmente impegnati: Snam, che è azionista di Tap con il 20%, alla pari di Bp e Socar 20%, e Saipem, che ha ottenuto le commesse per Shah Deniz e anche per il gasdotto. Ieri gli ad di entrambe le società, Marco Alverà di Snam e Stefano Cao di Saipem, sono intervenuti alla Commissione intergovernativa italo-azera. “Abbiamo lavorato soprattutto allo sviluppo dei campi di Azeri, Chirag e Gunashli che producono quasi 1 milione di barili di petrolio al giorno”, ha ricordato Cao.

Fonte: MF – Angelica Romani (pag. 13)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Snam a un passo dal gasdotto Olt

Il passaggio di mano del 49,07% del rigassificatore di Livorno, Olt Offshore Lng Toscana, è sempre più vicino
[leggi tutto…]

Effetto shock sul petrolio: il barile vola del 14%

L’attacco che ha dimezzato la produzione di petrolio dell’Arabia Saudita ha messo a nudo la vulnerabilità di un pilastro del sistema energetico mondiale
[leggi tutto…]

Riad mobilita le riserve per evitare il caro-petrolio

Oltre alle questioni relative alla sicurezza sono gli effetti economici e finanziari provocati dall’attacco alle due raffinerie saudite a preoccupare la comunità internazional
[leggi tutto…]