Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Consumi gas in ripresa dopo 4 anni
05/01/2016 - Pubblicato in news nazionali

Dopo quattro anni di continue e significative flessioni, i consumi di gas naturale italiani nel 2015 sono tornati a crescere, segnando un +9% sul 2014. Per dieci mesi il segno è stato positivo, con maggio in leggera flessione e settembre in linea con il 2014. Tuttavia, i livelli di consumo totali sono ancora inferiori a quelli del 1998. Secondo le elaborazioni di Staffetta Quotidiana sui dati di Snam Rete Gas, nell'anno appena concluso in Italia si sono consumati 66,9 miliardi di metri cubi, oltre 5,5 miliardi in più rispetto al 2014, ma 2,5 in meno rispetto al 2013 e oltre 19 miliardi in meno (il 22,4%) rispetto al massimo storico del 2005. Ancora più significativo è stato il recupero della domanda di gas naturale per generare energia elettrica che ha beneficiato del caldo estivo (che ha portato un notevole e diffuso ricorso all'aria condizionata) e della ormai profonda crisi accusata dalla produzione idroelettrica, molto inferiore alla media. L'aumento è stato del 16,5% a 20,7 miliardi di mc, contro i quasi 17,7 del 2014 e i 20,6 del 2013. Ancora in calo invece la grande industria che nei 12 mesi del 2014 perde il 3,1% totalizzando 12,7 mld di mc (-3,2% sul 2013), mentre, tornando più indietro nel tempo, la flessione rispetto al 2005 è addirittura del 32,8%.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

L’Asia è senza gas l’Europa si salva l’Italia ringrazia il Tap

Non c’è mica stato solo il Covid: a luglio ondata di caldo in Asia che fa crescere la domanda di energia per il condizionamento; a settembre un uragano in Camerun, uno dei maggiori produttori di gas, rallenta la produzione di Gnl che alimenta
[leggi tutto…]

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]