Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Consumi gas, i dati Mise sul 2015
30/01/2016 - Pubblicato in news nazionali

Secondo l'ultimo bilancio gas del ministero dello Sviluppo economico, pubblicato oggi, nel 2015 il consumo interno lordo italiano di metano è stato di 67,523 miliardi di mc, in crescita del 9,1% sul 2014. A fronte di una flessione della produzione interna del 5,3% a 6,771 mld mc, le importazioni sono cresciute del 9,8% a 61,201 mld mc. Tra le principali fonti di approvvigionamento, i maggiori incrementi si registrano per il gas russo (+14,4% a 29,918 mld mc) seguito da quello algerino, che resta tuttavia su valori depressi (+6,9% a 7,244 mld mc) e inferiori a quelli del Nord Europa, secondo fonte con 10,635 mld mc nonostante un calo del 7% sul 2014. Il gas libico ha riguadagnato terreno a 7,107 mld mc (+9,1%) mentre l'incremento assoluto maggiore lo fa segnare il terminal di Gnl di Porto Viro (RO): +33,6% a 5,942 mld mc. Sempre praticamente fermi gli altri due terminali, Livorno e Panigaglia, salvo per le discariche effettuate a dicembre per il servizio peak shave. Nel solo mese di dicembre i consumi italiani sono aumentati del 10,5% a 8,419 mld mc, con una flessione della produzione interna del 9,9% a 553 mln mc e un balzo del 21,7% per le importazioni (6,709 mld mc).

Fonte: Staffetta Quotidiana 

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]