Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Consumi gas, agosto in leggera ripresa (+0,9%)
03/09/2016 - Pubblicato in aspetti tecnici,stoccaggi

Dopo il deciso calo di luglio, ad agosto i consumi di gas naturale segnano una piccola ripresa. Secondo le elaborazioni della Staffetta Quotidiana sui dati di Snam Rete Gas, nel mese appena concluso l'Italia ha consumato 3.489,5 mln di mc di gas, in calo dello 0,9% su agosto 2015 e in aumento dell'17,1% sullo stesso mese del 2015. Analizzando la domanda per settore di consumo, l'aumento è principalmente imputabile alla grande industria che guadagna un 9,4% a 886,9 mln mc (+5,8% sul 2014) e al comparto civile in aumento del 10% a 850,7 mln mc (+4,7% sul 2014) mentre il termoelettrico si ferma a 1.740,5 mln mc con una flessione di 46,4 (-2,6% sul 2015 ma più 40,4% su agosto 2014. Passando all'offerta, il piccolo incremento dei consumi si è accompagnato a un più apprezzabile deciso aumento delle importazioni, che ha compensato il continuo calo della produzione nazionale. Nello specifico l'import è aumentato dello 0,5% arrivando a 4.865,7 mln mc (quasi il 38% in più rispetto al 2014). Netta frenata della produzione che cede il 19,6% fermandosi a 437,2 (-27,1% sul 2014) mentre le iniezioni nette negli stoccaggi sono diminuite del 5,9% rispetto ad agosto 2015. Analizzando l'import per fonte, notevolissimo l'incremento dei flussi di gas algerino che ad agosto è stata la prima fonte con una crescita superiore al 200% crescendo, nel solo mese di agosto, di quasi 1,2 mld mc. Mentre perdono i flussi di gas russo a Tarvisio (-32,1% sul 2015 e -12,1% rispetto al 2014) e quelli libici a Gela (-36,5%, poso più di 376 mln mc). In calo anche la rigassificazione.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Marcegaglia: “Greta o Trump, diffidiamo degli estremismi”

Il problema della transizione energetica va affrontato con pragmatismo dal momento che il mondo ancora si basa per l’60% sulle fonti fossili e in cui la domanda di energia è proiettata in aumento del 25% al 2030, quando la popolazione sar&agr
[leggi tutto…]

Libia, resta forte la morsa di Haftar sui pozzi petroliferi

Continua, anche dopo Berlino, il gioco al rialzo del generale Haftar che non allenta la presa su porti e produzione di petrolio
[leggi tutto…]

Crisi energetica in caso di stop a investimenti nelle fossili

Anche se finanza, industria e governi promettono di fare passi in avanti sul tema della sostenibilità, gli ambientalisti esigono impegni ben più radicali
[leggi tutto…]