Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa La Consulta conferma il quesito
10/03/2016 - Pubblicato in news nazionali

Rimarrà soltanto uno il referendum sulle estrazioni di idrocarburi in programma il 17 aprile. La Corte costituzionale ha infatti respinto i ricorsi per conflitto di attribuzione presentati da alcune Regioni, ricorsi che, se accolti, avrebbero rimesso in pista altri due quesiti.  “La Corte costituzionale – si legge in una nota – ha dichiarato inammissibili i ricorsi per conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato promossi nei confronti del Presidente del Consiglio dei ministri, del Parlamento e dell'Ufficio centrale per il referendum presso la Corte di cassazione, in relazione alle richieste referendarie inerenti alla pianificazione delle attività estrattive degli idrocarburi e alla prorogabilità dei titoli abilitativi a tali attività”. Secondo la Consulta, “non è stata espressa la volontà di sollevare detti conflitti da almeno cinque dei Consigli regionali che avevano richiesto il referendum prima delle modifiche legislative sopravvenute”.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Impresa e territori – Jacopo Giliberto (pag. 13)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]