Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Dal clima alla ricerca le dieci pagelle per i Paesi del G7
22/05/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Decideranno dell’Accordo sul Clima di Parigi, fra quattro giorni a Taormina, ma i sette Grandi della Terra non figurano nella Top ten dei Paesi mondiali a più alto indice di performance ambientale. Discuteranno di tutela dei cittadini, ma non sono i sette Paesi più sicuri al mondo. E immagineranno come sarà l’industria di domani senza avere la palma del Paese più innovativo (il primo è la Corea del Sud, il secondo è la Svezia). Sul tavolo del G7 di Taormina a presidenza italiana, venerdì e sabato prossimi, ci saranno tre macro-temi: quello della sostenibilità economica, ambientale e sociale; quello dell’innovazione e delle competenze nell’era della nuova rivoluzione industriale; e quello della tutela dei cittadini dai rischi. Ma come stanno affrontando a casa loro queste sfide, i sette Grandi del Pianeta? Chi sono i veri leader della corsa? Pur non sedendo al tavolo del G7, i Paesi scandinavi restano i veri modelli cui tendere in fatto di sostenibilità ambientale. Nell’Environmental Performance Index dell’Università di Yale al primo posto c’è la Finlandia, mentre a sorpresa al 10° posto spunta la Francia. Chi avesse scommesso sul Canada avrebbe perso, Ottawa è solo 25esima. Per una volta, invece, l’Italia batte la Germania: noi al 29esimo posto, loro al 30esimo.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Micaela Cappellini (pag. 8)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]

Gas, l'Egitto lancia la sfida

Eni e Shell hanno affermato apertamente che l'Egitto è l'opzione più economica per portare sul mercato le gigantesche riserve di gas del Mediterraneo orientale, un'opzione preferibile al progetto di maxigasdotto Cipro-Grecia E
[leggi tutto…]

Eni avanza ancora nel gas libico

La spagnola Repsol è stata costretta a dichiarare lo stato di forza maggiore per il suo giacimento di Sharara.
[leggi tutto…]