Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa La Cina è vicina al gas adriatico
21/09/2018 - Pubblicato in news nazionali

La Cina alla conquista del gas Adriatico. Lo cercheranno e lo estrarranno di fronte alla coste. Per i fautori dell’offshore si tratta di un’opportunità da cogliere al volo perché porterà investimenti milionari e posti di lavoro. Un tentativo di bloccare le perforazioni era avvenuto con alcuni ricorsi al tribunale amministrativo, che però ha dato torto ai contestatori, sentenziando che è il governo a concedere o meno le autorizzazioni sulla base di un piano nazionale e non le Regioni. L’Adriatico sembra essere un grande pozzo di gas. Così hanno chiesto concessioni per perforare anche gli australiani dello SpectrumGeo, che nonostante le incognite della Brexit sono pronti a stanziarsi lungo l’Adriatico.

Fonte: ItaliaOggi – Carlo Valentini (pag. 10)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Eni, più petrolio e per compensare nascerà in Africa una superforesta

Il Piano industriale Eni da qui al 2022 prevede da un lato, l’aumento di petrolio e gas naturale estratti dai suoi giacimenti in giro per il mondo almeno del 3,5% all’anno.
[leggi tutto…]

Crisi climatica, un allarme insufficiente

Il Climate Change Performance Index (CCPI), un indicatore messo a punto congiuntamente da Germanwatch, NewClimate Institute e Climate Action Network, consente di valutare le politiche energetico-climatiche dei singoli paesi
[leggi tutto…]

Gas, mercato libero e accise: l'audizione di Eni sul Pec

In occasione dell'audizione su Sen e Piano Energia e Clima, Eni ha caldeggiato un approccio sinergico basato sulla cooperazione delle fonti in cui “la scelta delle migliori soluzioni viene lasciata al mercato”.
[leggi tutto…]