Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Certificati bianchi, Gse: nei primi due mesi titoli raddoppiati
04/03/2017 - Pubblicato in news nazionali

È ancora molto calda la questione dell'equilibrio del mercato dei Certificati bianchi – e di conseguenza del balzo dei prezzi dei titoli, arrivati di recente a 270 euro. Con una mossa inedita il Gse ha pubblicato ieri i dati relativi ai procedimenti amministrativi conclusi e ai relativi Titoli di efficienza energetica (Tee) riconosciuti nel primo bimestre 2017, sottolineando che sono stati riconosciuti oltre 900mila Certificati bianchi, quasi il doppio rispetto allo scorso periodo dello scorso anno. Un'informazione volta evidentemente a corroborare quanto affermato a più riprese dal Gse, e cioè che il mercato dei Certificati bianchi non è “corto” e che quindi le ragioni dell'aumento dei prezzi vanno cercati altrove. Al 28 febbraio 2017 i procedimenti conclusi con esito positivo sono 1.025, di cui 85 Proposte di Progetto e Programma di Misura (PPPM) e 940 Richieste di Verifica e Certificazione dei Risparmi (RVC). L'esito positivo delle istruttorie ha generato il riconoscimento di 912.859 Tee, quasi il doppio rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (circa 500.000 Tee).

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]

Sanzioni Usa e caso Navalny, Nord Stream 2 torna nel mirino

Doppio attacco al Cremlino, nel pomeriggio di ieri. Il primo è partito dalla Casa Bianca nelle ultimissime ore dell’amministrazione Trump, che ha sganciato il suo siluro finale sul Nord Stream 2
[leggi tutto…]