Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Certificati bianchi, costo in calo a 600 mln nel 2014
01/10/2015 - Pubblicato in aspetti tecnici,news nazionali

Nel 2014 il costo in bolletta del meccanismo dei Titoli di efficienza energetica (Tee o Certificati bianchi) è sceso a circa 600 milioni di euro, interrompendo una dinamica di aumento che proseguiva ormai da dieci anni. Ad annunciarlo è l'Autorità per l'energia in occasione dell'audizione svoltasi oggi in commissione Industria al Senato sul documento per l'aggiornamento delle linee guida in materia di certificati bianchi . Il calo dei costi, si legge nel documento depositato, deriva dall'effetto combinato della flessibilità concessa ai distributori dalla normativa (e, in particolare, dalla possibilità di completare l'adempimento dei propri obblighi nei due anni successivi all'anno d'obbligo) e della fissazione del contributo erogato con riferimento al 2014, minore di circa il 4% del corrispondente dell'anno precedente). Il regolatore ha colto l'occasione per formulare alcuni suggerimenti, chiedendo innanzitutto che l'obbligo di certificazione per le Esco e la previsione di garanzie finanziarie non pregiudichi “le caratteristiche di adattabilità a soggetti e interventi eterogenei, di diversificazione delle modalità di partecipazione e di offerta dei servizi al cliente finale” e, allo stesso scopo, il mantenimento “della possibilità di scegliere se un intervento sia presentato e rendicontato dal cliente finale direttamente oppure tramite un terzo (tipicamente la Società di servizi energetici)”.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]