Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Tra centrali fai da te e tentativi di fuga
05/08/2015 - Pubblicato in news nazionali

I costi dell’energia e l’inadeguatezza del sistema elettrico all’evoluzione della produzione diffusa inducono molti a fuggire. Il peso degli incentivi alle rinnovabili sul prezzo dell’energia, nel 2014, è stato di gran lunga il più alto d’Europa (il 23%, nettamente staccati tutti gli altri big continentali) per un valore assoluto di circa 12 miliardi. Ma soprattutto, il fisco azzoppa il sistema energetico italiano, carburanti compresi: secondo un’analisi effettuata dallo Iefe-Bocconi nell’ambito delle attività dell’Osservatorio Permanente Engie, il gettito della tassazione energetica in Italia sfiora il 3% del Pil mentre in Francia, Germania e Spagna si attesta poco sopra l’1,5%. Non a caso le aziende italiane delle rinnovabili, tanto deboli in patria, investono e prosperano all’estero, dove sono apprezzatissime.

Fonte: Il Sole 24 Ore 

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Lezioni da Davos: il rilancio <<verde>> di von der Leyen e il rischio di scontro sul commercio con Usa e Cina

Era da più di dieci anni che l’Europa cercava un ruolo internazionale trovato a Davos
[leggi tutto…]

Il Piano nazionale energia frena sull’addio al carbone nel 2025

Sull’addio al carbone nel 2025 il governo italiano è molto più cauto
[leggi tutto…]

Marcegaglia: “Greta o Trump, diffidiamo degli estremismi”

Il problema della transizione energetica va affrontato con pragmatismo dal momento che il mondo ancora si basa per l’60% sulle fonti fossili e in cui la domanda di energia è proiettata in aumento del 25% al 2030, quando la popolazione sar&agr
[leggi tutto…]