Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Causa in Kazakhstan per Eni e Shell
06/04/2016 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Ennesima disputa in Kazakhstan per l’Eni, stavolta in relazione a Karachaganak, uno dei maggiori giacimenti di gas e condensati nel mondo. Il Governo di Astana ha depositato una richiesta di danni per 1,6 miliardi di dollari contro il consorzio che gestisce le operazioni estrattive, Karachaganak Petroleum Operating Bv (Kpo), di cui la compagnia italiana è socia con il 29,25% e operatore, alla pari con Royal Dutch Shell, che ha appena ereditato la quota con l’acquisizione, completata a febbraio, di Bg Group.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – S. Bel (pag. 36)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Lezioni da Davos: il rilancio <<verde>> di von der Leyen e il rischio di scontro sul commercio con Usa e Cina

Era da più di dieci anni che l’Europa cercava un ruolo internazionale trovato a Davos
[leggi tutto…]

Il Piano nazionale energia frena sull’addio al carbone nel 2025

Sull’addio al carbone nel 2025 il governo italiano è molto più cauto
[leggi tutto…]

Marcegaglia: “Greta o Trump, diffidiamo degli estremismi”

Il problema della transizione energetica va affrontato con pragmatismo dal momento che il mondo ancora si basa per l’60% sulle fonti fossili e in cui la domanda di energia è proiettata in aumento del 25% al 2030, quando la popolazione sar&agr
[leggi tutto…]