Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Causa in Kazakhstan per Eni e Shell
06/04/2016 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Ennesima disputa in Kazakhstan per l’Eni, stavolta in relazione a Karachaganak, uno dei maggiori giacimenti di gas e condensati nel mondo. Il Governo di Astana ha depositato una richiesta di danni per 1,6 miliardi di dollari contro il consorzio che gestisce le operazioni estrattive, Karachaganak Petroleum Operating Bv (Kpo), di cui la compagnia italiana è socia con il 29,25% e operatore, alla pari con Royal Dutch Shell, che ha appena ereditato la quota con l’acquisizione, completata a febbraio, di Bg Group.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – S. Bel (pag. 36)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Def, il giudizio di imprese e sindacati

È in chiaroscuro il giudizio delle categorie produttive sul Def, dopo il giro di audizioni di ieri presso le commissioni Bilancio di Camera e Senato. Gli industriali apprezzano i “due decreti approvati ma non ancora pubblicati (così de
[leggi tutto…]

Confindustria: Italia sia hub del gas. Crippa: supporto a chi si allinea al Pec

Si è svolto a Roma l'incontro tra il Comitato Energia di Confindustria e il sottosegretario allo Sviluppo economico Davide Crippa. Al centro del confronto, il Piano nazionale energia e clima e il ruolo strategico del gas naturale per la transi
[leggi tutto…]

Doppia Commessa per Saipem

Saipem si è aggiudicata nuovi contratti nel drilling offshore in Norvegia e in Medio Oriente per un totale di oltre 200 milioni di dollari.
[leggi tutto…]