Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Carbone Usa alla resa dei conti. Rischia di saltare il gigante Peabody
11/11/2020 - Pubblicato in news internazionali

Era uscita dalla bancarotta appena tre anni fa, ma Peabody, gigante del carbone e prima società privata al mondo del settore, è di nuovo a un passo dal Chapter 11. Il combustibile inquinante oggi sembra infatti condannato a un declino irreversibile anche al di là dell’Oceano per motivi economici ancora prima che politici. La sfiducia del mercato nei confronti di Peabody è rappresentato in modo evidente dalla borsa, ieri infatti la mineraria ha perso oltre un quarto del suo valore. La capitalizzazione si è ridotta ad appena 83 milioni di dollari dai 5,8 miliardi di giugno. Il problema più impellente nasce dall’ultimatum di una compagnia assicurativa australiana, che ha imposto rigide condizioni per non ritirare una fideiussione relativa agli oneri per le miniere dismesse. Ora che alla Casa Bianca c’è Joe Biden, il futuro del carbone sembra segnato definitivamente, inoltre il carbone ha perso competitività messo in crisi prima dallo shale gas e poi sempre di più dalle rinnovabili che oggi in molte aree del mondo costano meno di qualsiasi fonte fossile.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag. 20)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

D.Lgs sicurezza gas, pareri Parlamento la prossima settimana

Via libera della Stato-Regioni. Commissioni Camera e Senato al lavoro. A Palazzo Madama audizione di Snam e memorie di Gas Intensive, Assogas e Anigas
[leggi tutto…]

“ Snam pronta a essere protagonista nella fase di transizione energetica”

Marco Alverà, rispondendo ad alcune domande si è detto soddisfatto dell’andamento della società, in quanto nonostante l’impatto del Covid, Snam per il quattordicesimo anno consecutivo riesce a chiudere il programma di inve
[leggi tutto…]

Grigio, blu o verde. I conti in tasca all’idrogeno arcobaleno

Pronti, via, anche l’Italia entra ufficialmente nella partita dell’idrogeno
[leggi tutto…]