Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Caracas si tiene stretti Eni & Co
04/01/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Inizio d’anno mesto in Venezuela per il campione petrolifero nazionale Pdvsa, schiacciato dai debiti e ormai cronicamente moroso nei confronti di tutti i partner esteri al lavoro nei giacimenti del Paese. Non c’è oil company né società di ingegneria petrolifera che non abbia crediti da vantare nei confronti del gruppo venezuelano. Eni, per esempio, deve ricevere circa 300 milioni di euro, mentre Saipem nei mesi scorsi aveva stimato di dover rientrare di almeno 418 milioni. Il gruppo venezuelano, come se non bastasse, ha dovuto anche annunciare un ulteriore taglio della produzione, in linea con le decisioni assunte di recente dall’Opec: la riduzione sarà del 10% quest’anno (220 mila barili in meno al giorno) e del 7% nel 2018 (-140 mila barili). Così Pdvsa ha emanato una nota ufficiale nella quale spiega che «restando immutati gli accordi contrattuali internazionali, a partire dal primo gennaio 2017 assieme alle controllate provvederà a una diminuzione dei volumi nei principali contratti di vendita di greggio, in conformità e nei termini degli accordi vigenti».

Fonte: MF – Angela Zoppo (pag. 9)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Def, il giudizio di imprese e sindacati

È in chiaroscuro il giudizio delle categorie produttive sul Def, dopo il giro di audizioni di ieri presso le commissioni Bilancio di Camera e Senato. Gli industriali apprezzano i “due decreti approvati ma non ancora pubblicati (così de
[leggi tutto…]

Confindustria: Italia sia hub del gas. Crippa: supporto a chi si allinea al Pec

Si è svolto a Roma l'incontro tra il Comitato Energia di Confindustria e il sottosegretario allo Sviluppo economico Davide Crippa. Al centro del confronto, il Piano nazionale energia e clima e il ruolo strategico del gas naturale per la transi
[leggi tutto…]

Doppia Commessa per Saipem

Saipem si è aggiudicata nuovi contratti nel drilling offshore in Norvegia e in Medio Oriente per un totale di oltre 200 milioni di dollari.
[leggi tutto…]