Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Caracas si tiene stretti Eni & Co
04/01/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Inizio d’anno mesto in Venezuela per il campione petrolifero nazionale Pdvsa, schiacciato dai debiti e ormai cronicamente moroso nei confronti di tutti i partner esteri al lavoro nei giacimenti del Paese. Non c’è oil company né società di ingegneria petrolifera che non abbia crediti da vantare nei confronti del gruppo venezuelano. Eni, per esempio, deve ricevere circa 300 milioni di euro, mentre Saipem nei mesi scorsi aveva stimato di dover rientrare di almeno 418 milioni. Il gruppo venezuelano, come se non bastasse, ha dovuto anche annunciare un ulteriore taglio della produzione, in linea con le decisioni assunte di recente dall’Opec: la riduzione sarà del 10% quest’anno (220 mila barili in meno al giorno) e del 7% nel 2018 (-140 mila barili). Così Pdvsa ha emanato una nota ufficiale nella quale spiega che «restando immutati gli accordi contrattuali internazionali, a partire dal primo gennaio 2017 assieme alle controllate provvederà a una diminuzione dei volumi nei principali contratti di vendita di greggio, in conformità e nei termini degli accordi vigenti».

Fonte: MF – Angela Zoppo (pag. 9)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Tremila metri sotto i mari in cerca di petrolio

L’azienda petrolifera francese Total inizierà entro la fine del mese di gennaio la perforazione del più profondo pozzo di greggio al mondo sotto il livello del mare
[leggi tutto…]

Carbone auf Wiedersehen, svolta verde in Germania

L’offensiva del Green Deal tedesco passa per un superamento del carbone, con la chiusura entro il 2038 delle centrali alimentate da questo combustibile altamente inquinante
[leggi tutto…]

La Turchia di Erdogan lancia la sfida a Eni in Libia

Il presidente turco Erdogan ha annunciato che quest’anno avvierà attività di esplorazione e perforazione nel Mediterraneo nelle zone inquadrate dall’accordo sulla demarcazione dei confini marittimi con la Libia
[leggi tutto…]