Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Capacity market, il M5S chiede un tavolo per la localizzazione delle centrali a gas
30/07/2019 - Pubblicato in news nazionali

Un tavolo sul capacity market per stabilire dove localizzare le centrali a gas e l'applicazione delle procedure di Via e Vis per la centrale Enel di La Spezia: queste le richieste del M5S alla Camera nell'interrogazione depositata dal deputato Roberto Traversi. Secondo il deputato della commissione Ambiente, ad oggi “non è chiaro quali siano le reali necessità di centrali a gas per gestire la transizione alle rinnovabili; quali siano i criteri per definire un piano di localizzazioni sostenibili di impianti di generazione termoelettrica necessari per la transizione al modello delle rinnovabili”. Per questo Traversi chiede se il Governo ritenga di valutare, all'interno del “meccanismo di capacità”, la possibilità di “costituire un tavolo di concertazione, al fine di individuare criteri di sostenibilità per le localizzazioni delle centrali a gas previste dai piani di sviluppo di Terna e dal Piano nazionale integrato per l'energia e per il clima”. La Spezia, spiega in premessa, ha già subito un danno sanitario dalla centrale Enel a carbone, per cui è inoltre necessario “applicare la procedura di valutazione di impatto ambientale ordinaria e la valutazione di impatto sanitario secondo gli indirizzi delle linee guida del Sistema nazionale per la protezione dell'ambiente (Snpa)”.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gazprom, in gennaio-febbraio export gas -24,6%

Nei primi due mesi del 2020 il colosso russo di Stato Gazprom, monopolista delle esportazioni di gas russo via tubo, ha registrato una flessione su anno dell'export del 24,6%
[leggi tutto…]

Energia, tlc, logistica. La riscossa italiana può iniziare dalle reti

Le reti sono state le grandi protagoniste di questa prima fase di emergenza, dimostrando una notevole “resilienza”
[leggi tutto…]

Rally del petrolio con ipotesi tagli

Il mercato del petrolio è forse vicino a una svolta. Arabia Saudita e Stati Uniti hanno aperto la porta alla possibilità di tagli alla produzione, anche di grande entit
[leggi tutto…]