Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il caos libico minaccia ancora Eni
21/09/2018 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

La situazione in Libia è ancora lontana dalla normalità. Un gruppo di miliziani ha occupato l’aeroporto che serve il giacimento di Wafa, dove opera Eni. Il blitz è arrivato in un momento cruciale per lo sviluppo di Wafa. Per la fine dell’anno Eni ha in programma la perforazione e l’allacciamento di altri due pozzi produttivi nel giacimento e l’upgranding degli impianti di trattamento di gas, per aumentare la produzione.

Fonte: MF, Mercati – Angela Zoppo (pag.11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]