Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Calenda: energia meno cara
01/03/2017 - Pubblicato in news nazionali

Impiegare al massimo l’arsenale degli incentivi e investire. Nel videomessaggio per il centenario dell’Unione industriali di Napoli, il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda rinnova l’invito alle imprese perché sfruttino a pieno il piano Industria 4.0 varato con la legge di stabilità e concretamente partito a inizio anno. Al tempo stesso, Calenda anticipa un prossimo intervento per abbassare i costi dell’energia per le imprese. «Fateci spendere molti soldi » è l’invito del ministro con riferimento alla copertura statale per le tre principali agevolazioni fiscali in campo per Industria 4.0: il superammortamento al 140%, l’iperammortamento al 250% e il credito d’imposta per investimenti in ricerca e sviluppo. Per Calenda la crisi ha marcato confini abbastanza chiari tra tre diversi gruppi di aziende. C’è un’avanguardia che corrisponde a circa il 20% delle imprese italiane. «C’è poi un 60% che definirei del mondo di mezzo, che rischia di uscire fuori mercato. Ma per loro si intravedono due possibili traiettorie di crescita con l’internazionalizzazione e l’innovazione su cui insistono il piano Made in Italy e il piano Industria 4.0. Infine, «c’è un 20% costituito dalle imprese più colpite dalla crisi, non protette dalla competizione scorretta, si pensi a quanto accaduto con il dumping nel settore dell’acciaio». È un plotone che arranca, appesantito anche dalla maggiore incidenza di fattori interni che frenano la competitività come il costo dell’energia. «In questi primi otto-nove mesi da ministro sono riuscito a sbloccare il pagamento degli energivori, 1 miliardo e 200 milioni che le aziende stavano aspettando. Ma ho pronto anche il nuovo schema per le aziende energivore: molto più intenso e più forte».

Fonte: Il Sole 24Ore – Carmine Fotina (pag. 8)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]