Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Calenda: a breve misure energivori, capacity market e Sen nel 2017
21/09/2016 - Pubblicato in aspetti tecnici,news nazionali

Il governo varerà nel giro di poche settimane una misura per lo sgravio degli oneri di sistema ai cosiddetti consumatori industriali energivori mentre prevede di varare nei primi mesi del 2017 il capacity market che entrerà in vigore nello stesso anno. Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda aggiungendo che, entro fine 2017, sarà varata inoltre la revisione della Strategia energetica nazionale. Una norma sugli energivori e gasivori che serve ad alleggerire, per le aziende che sono intensamente consumatrici di energia, l'onere delle rinnovabili, ha detto Calenda nel corso del convegno Ambrosetti a Roma, aggiungendo che sulla misura c'è l'assenso di Bruxelles. Quanto al capacity market il ministro ha ricordato che è stata disegnata la prima bozza del disegno sulla capacità di mercato, varata già nel 2014 e si conta arrivare ad un disegno definito nei primi mesi del 2017 per entrare in vigore nell'anno. Sul fronte della Strategia energetica nazionale, il ministro ha aggiunto infine che "è stato dato il compito agli uffici di fare una revisione e serve una revisione del capitolo rinnovabili sulla base delle linee guida dell'Europa. Ci vuole la neutralità tecnologica e spingere gli investimenti. Lo completeremo entro la fine del prossimo anno".

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]