Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Bts Biogas, nuovi capitali dagli Usa
18/01/2017 - Pubblicato in news nazionali

BTS Biogas, azienda tecnologica attiva nella trasformazione biologica dei rifiuti organici in energia e fertilizzanti organici, ha annunciato l'acquisizione di una quota di minoranza e l'investimento di un “capitale significativo” da parte di un gruppo statunitense. L'operazione, si legge in una nota, è stata portata a termine da Virtual Equity Partners, LLC e i membri Shawn Kreloff e Steve Lefkowitz, con la partecipazione di ulteriori importanti investitori. Shawn Kreloff è managing partner di Virtual Equity Partners e vanta oltre 25 anni di esperienza in investimenti in ambito tecnologico. Gli oltre 100 milioni di dollari in capitale investito rappresentano 2,5 miliardi in valore d'impresa. Steve Lefkowitz è managing partner di SML Capital, un'impresa di private equity da lui creata nel 2015. Prima della fondazione di SML Capital, è stato cofondatore, presidente e chief operating officer di CI Capital Partners, un'impresa di New York specializzata in investimenti di private equity, con la gestione di un portafoglio del valore approssimativo di 2 miliardi di dollari. Steve Lefkowitz ha partecipato alla fondazione dell'azienda nel 1993 e, fino al 2014, ha presieduto a 150 acquisizioni per un valore totale d'impresa di 7 miliardi di dollari. BTS Biogas, la cui sede si trova a Brunico in Alto Adige, ha realizzato oltre 200 impianti a biogas negli ultimi 10 anni. L'azienda si sta sviluppando in diversi paesi europei progettando e realizzando impianti nel Regno Unito, in Francia, in Repubblica Ceca, Polonia e Svizzera. Recentemente ha concluso positivamente ulteriori trattative per la realizzazione di nuovi impianti in Francia, Giappone e Tailandia. L'azienda conta oltre 80 impiegati e ha clienti in diversi settori: dalla trasformazione agroalimentare ai comuni, dalle aziende agricole alle cooperative.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Petrolio, nuovo rialzo sull’escalation di tensioni Usa-Iran

La decisione della Casa Bianca sul mancato rinnovo delle esenzioni per poter importare greggio dall’Iran ha avviato una spirale di tensione in grado di dare una nuova spinta ad un rally nelle quotazioni dell’oro nero.
[leggi tutto…]

Affondo Usa sull’Iran, impennata del petrolio

L’amministrazione Trump sbarra del tutto i cancelli internazionali al petrolio dell’Iran, eliminando le deroghe che aveva finora concesso a otto paesi tra i quali l’Italia
[leggi tutto…]

Def, il giudizio di imprese e sindacati

È in chiaroscuro il giudizio delle categorie produttive sul Def, dopo il giro di audizioni di ieri presso le commissioni Bilancio di Camera e Senato. Gli industriali apprezzano i “due decreti approvati ma non ancora pubblicati (così de
[leggi tutto…]