Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Brescia cederà quota di A2A
22/03/2016 - Pubblicato in aspetti tecnici,news nazionali

Il sindaco di Brescia, Emilio Del Bono, è disponibile a scendere ulteriormente nel capitale di A2A, ma tutto è bloccato in attesa delle elezioni amministrative che si svolgeranno a Milano a giugno. "Siamo disponibili a valutare la discesa anche perché le società quotate si controllano anche con meno del 50%. Ora ci sono le elezioni a Milano, vediamo. Non entro nel merito, per ora Pisapia ritiene di affidare al futuro sindaco la decisione, quindi aspettiamo il nuovo sindaco con il quale discuteremo", ha detto il primo cittadino di Brescia a margine della presentazione di A2A smart city. A2A è controllata congiuntamente dai comuni di Milano e Brescia con quote paritetiche del 25% più un'azione ciascuna. Del Bono sottolinea poi, relativamente al patto di sindacato con cui controllano la società, che "troveremo una formula, per garantire non in modo automatico il rinnovo del patto che scade il 31 dicembre prossimo. Stiamo ragionando a una modalità per guadagnare un po' di tempo". In assenza di indicazioni, entro il 30 giugno, il patto si rinnova automaticamente. Secondo il sindaco una proroga del patto a settembre "è possibile".

Fonte: Italia Oggi – Red. (pag.25)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Def, il giudizio di imprese e sindacati

È in chiaroscuro il giudizio delle categorie produttive sul Def, dopo il giro di audizioni di ieri presso le commissioni Bilancio di Camera e Senato. Gli industriali apprezzano i “due decreti approvati ma non ancora pubblicati (così de
[leggi tutto…]

Confindustria: Italia sia hub del gas. Crippa: supporto a chi si allinea al Pec

Si è svolto a Roma l'incontro tra il Comitato Energia di Confindustria e il sottosegretario allo Sviluppo economico Davide Crippa. Al centro del confronto, il Piano nazionale energia e clima e il ruolo strategico del gas naturale per la transi
[leggi tutto…]

Doppia Commessa per Saipem

Saipem si è aggiudicata nuovi contratti nel drilling offshore in Norvegia e in Medio Oriente per un totale di oltre 200 milioni di dollari.
[leggi tutto…]