Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Bocciature a tappeto contro le Regioni no Triv
30/09/2016 - Pubblicato in news nazionali

Il Tar del Lazio ha pubblicato altre sei sentenze contro la Puglia, una delle regioni cardini del no Triv grazie al suo presidente Michele Emiliano, con i quali la regione si opponeva alla ricerca di giacimenti in mare. E ha altresì rigettato il ricorso presentato dal comune di Amendola, in Calabria. Il Tar ha stabilito che le compagnie petrolifere possono condurre le ecografie nel sottosuolo del mare alla ricerca di giacimenti. La giustizia è arrivata, con questi nuovi casi, a bocciare 49 ricorsi no Triv, tutti della regione Puglia, Calabria, Basilicata e dei Comuni costieri. Per fare gli studi necessari di ecografie al sottosuolo, le società petrolifere devono chiedere l’autorizzazione del Via (Valutazione di impatto ambientale) al ministero dell’Ambiente e, al termine dell’iter, Ambiente e Beni culturale dicono con un decreto se questi studi creano un danno all’ambiente.

Fonte: Il Sole24Ore – Impresa&Territori - Jacopo Giliberto (pag.11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]

Gas, l'Egitto lancia la sfida

Eni e Shell hanno affermato apertamente che l'Egitto è l'opzione più economica per portare sul mercato le gigantesche riserve di gas del Mediterraneo orientale, un'opzione preferibile al progetto di maxigasdotto Cipro-Grecia E
[leggi tutto…]

Eni avanza ancora nel gas libico

La spagnola Repsol è stata costretta a dichiarare lo stato di forza maggiore per il suo giacimento di Sharara.
[leggi tutto…]