Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa “Blocca trivelle”, l'impatto sulle attività upstream
17/01/2019 - Pubblicato in news nazionali

In attesa che la maggioranza di Governo prenda una decisione sul cosiddetto “blocca trivelle”, è importante mettere a fuoco i riflessi che le misure restrittive che si vorrebbero adottare potrebbero avere sulle attività upstream in Italia, in termini di redditività delle operazioni, di minori investimenti, di perdita di posti di lavoro, di impatto sulla bilancia commerciale. L'approvazione delle misure porterebbe alla perdita di migliaia di posti di lavoro e comporterebbe una contrazione anche in termini di contributi previdenziali e imposte sui redditi da lavoro che andrebbero a generare una ulteriore riduzione delle entrate rispetto a quanto già conteggiato in precedenza. A tutto questo si aggiungerebbero gli importanti costi sociali che lo Stato andrebbe a sostenere per interventi di sostegno al reddito a favore delle aziende e dei lavoratori in crisi. La diminuzione della produzione nazionale di idrocarburi non soltanto avrebbe effetti negativi sulla bilancia commerciale ma andrebbe a incidere sulla sicurezza degli approvvigionamenti, esponendo ulteriormente l'Italia alla dipendenza dall'estero in un settore a dir poco strategico.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Il Tap è operativo: in Italia è giunto il primo gas azero

Il gasdotto Tap è finito. E non solo, ha cominciato a funzionare. Lo ha annunciato nei giorni scorsi la società, raccontando di aver avviato le operazioni commerciali
[leggi tutto…]

Tariffe trasporto gas, Acer valuta un tetto ai moltiplicatori

L'Acer ha avviato una consultazione sulla revisione dei criteri di formazione delle tariffe del gas per la capacità a breve termine
[leggi tutto…]

Il gas resterà chiave, ma la crescita è finita

Il gas rimarrà una fonte energetica europea fondamentale per decenni, ma la crescita è probabilmente terminata e il declino sembra inevitabile
[leggi tutto…]