Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa “Blocca trivelle”, l'impatto sulle attività upstream
17/01/2019 - Pubblicato in news nazionali

In attesa che la maggioranza di Governo prenda una decisione sul cosiddetto “blocca trivelle”, è importante mettere a fuoco i riflessi che le misure restrittive che si vorrebbero adottare potrebbero avere sulle attività upstream in Italia, in termini di redditività delle operazioni, di minori investimenti, di perdita di posti di lavoro, di impatto sulla bilancia commerciale. L'approvazione delle misure porterebbe alla perdita di migliaia di posti di lavoro e comporterebbe una contrazione anche in termini di contributi previdenziali e imposte sui redditi da lavoro che andrebbero a generare una ulteriore riduzione delle entrate rispetto a quanto già conteggiato in precedenza. A tutto questo si aggiungerebbero gli importanti costi sociali che lo Stato andrebbe a sostenere per interventi di sostegno al reddito a favore delle aziende e dei lavoratori in crisi. La diminuzione della produzione nazionale di idrocarburi non soltanto avrebbe effetti negativi sulla bilancia commerciale ma andrebbe a incidere sulla sicurezza degli approvvigionamenti, esponendo ulteriormente l'Italia alla dipendenza dall'estero in un settore a dir poco strategico.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Def, il giudizio di imprese e sindacati

È in chiaroscuro il giudizio delle categorie produttive sul Def, dopo il giro di audizioni di ieri presso le commissioni Bilancio di Camera e Senato. Gli industriali apprezzano i “due decreti approvati ma non ancora pubblicati (così de
[leggi tutto…]

Confindustria: Italia sia hub del gas. Crippa: supporto a chi si allinea al Pec

Si è svolto a Roma l'incontro tra il Comitato Energia di Confindustria e il sottosegretario allo Sviluppo economico Davide Crippa. Al centro del confronto, il Piano nazionale energia e clima e il ruolo strategico del gas naturale per la transi
[leggi tutto…]

Doppia Commessa per Saipem

Saipem si è aggiudicata nuovi contratti nel drilling offshore in Norvegia e in Medio Oriente per un totale di oltre 200 milioni di dollari.
[leggi tutto…]