Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Blitz fallito, il petrolio libico resta nelle mani di Haftar
19/09/2016 - Pubblicato in news internazionali

La controffensiva delle Guardie petrolifere del signore della guerra Ibrahim Jathran, fedeli al governo di Tripoli di Al Sarraj, si è spenta rapidamente ma mostra quanto sia ancora precario il controllo del territorio nella Mezzaluna del Petrolio da parte del generale Haftar. Il blitz ha anche bloccato le operazioni di carico del greggio a bordo della petroliera maltese SeaDelta, arrivata nei giorni scorsi a Ras Lanuf da Trieste. In un comunicato la National oil company spiega che la nave è stata costretta ad allontanarsi per ragioni precauzionali ma che nei prossimi giorni il carico diretto in Italia sarà completato. La Noc ha infatti fretta di tornare alla normalità, per quanto si tratterà di una normalità post-Gheddafi, con la produzione che non ha più superato i 500 mila barili al giorno contro il milione e mezzo di prima della guerra civile.   

Fonte: La Stampa – Giordano Stabile (pag.12)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

I prezzi della CO2 alle stelle: pericoli per famiglie e imprese

Il mercato europeo dell’energia elettrica oggi è caratterizzato da un tale squilibrio da rendere inevitabile un amaro rincaro della bolletta.
[leggi tutto…]

Stoccaggi gas, prelievi record in Europa

Nell’inverno 2020-2021 raggiunta quota 720 TWh
[leggi tutto…]

Snam & C, i primi utili dal Tap

Dall’inizio dell’anno il gasdotto Tap ha già trasportato oltre 1,3 miliardi di metri cubi di gas. Ma ancora prima, nel corso del 2020, ha iniziato anche a far affluire i primi utili nelle casse degli azionisti del consorzio Tap Ag
[leggi tutto…]