Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Bilanciamento gas, così l'attuazione differita del Regolamento Ue
13/10/2015 - Pubblicato in aspetti tecnici,normativa

Con la delibera 470/2015/R/gas l'Autorità per l'energia ha approvato la proposta di modifica del Codice di Rete, trasmessa da Snam Rete Gas, relativamente all'attività di bilanciamento, disponendo di posticipare l'avvio del nuovo regime nei previsti dal Regolamento UE 312/2014 che ha istituito un Codice di rete europeo per il bilanciamento.

Tra le modifiche si prevede che, tra i prodotti di breve termine di cui si approvvigiona il responsabile del bilanciamento, sia possibile ricorrere ai soli prodotti title e locational, e che non siano previsti i prodotti prodotti temporal né i vincoli infragiornalieri, previsti dal capo VI del Regolamento. I Title Products sono i prodotti giornalieri scambiati il giorno prima o il giorno stesso, ma efficaci dal momento della transazione alla fine del giorno gas; prevedono semplicemente il passaggio di titolarità del quantitativo di gas oggetto di compravendita, senza ulteriori specificazioni. I Locational Products, sono quelli che, per mantenere la rete in equilibrio, prevedono la modifica dei flussi di gas in uno specifico punto di entry o di exit a partire da un certo momento del giorno gas. I Temporal Products, sono quelli che, per mantenere la rete in equilibrio, prevedono la modifica dei flussi di gas in un certo periodo del giorno gas.

La definizione del termine per l'avvio del nuovo regime di bilanciamento, sipega il regolatore, verrà fissata con un successivo provvedimento, ma comunque non prima di tre mesi dal completamento delle attività necessarie per l'attuazione del nuovo sistema, tenendo conto della preferenza espressa dagli operatori per l'avviamento nel periodo estivo e comunque non oltre il limite ultimo previsto dal Regolamento del 1 ottobre 2016.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gasdotto Italia-Malta, al via consultazione transfrontaliera

Il ministero dell'Ambiente ha avviato nei giorni scorsi la consultazione pubblica transfrontaliera sul progetto di gasdotto di interconnessione tra Italia e Malta, una pipeline da 1,2 miliardi di mc all'anno per una lunghezza di 159 km tra Delim
[leggi tutto…]

Mire cinesi sul gas Eni australiano

Arrivano dalla Cina i primi concreti segnali di interesse per gli asset australiani di Eni. Secondo indiscrezioni, tra i pretendenti c’è Roc Oil, quartier generale a Sidney ma azionariato cinese
[leggi tutto…]

UE, l'Est Europa chiede sostegno per il gas

Otto paesi UE hanno firmato venerdì un documento congiunto per difendere il “ruolo del gas naturale in un'Europa neutrale dal punto di vista climatico”
[leggi tutto…]