Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Big Oil punta sul verde caccia alla rinnovabile
02/10/2017 - Pubblicato in news internazionali

Il business delle energie rinnovabili non è certo sfuggito alle grandi compagnie petrolifere che, da una parte, devono fare i conti con un prezzo del petrolio che stenta a risalire e, dall’altra, hanno i capitali necessari per effettuare importanti investimenti. La norvegese Statoil, per esempio, ha da tempo puntato su enormi parchi eolici; importanti progetti nel campo delle energie alternative sono stati messi in campo anche dall’inglese Shell, dall’americana Exxon e dalla francese Total, che di recente ha investito in Green Flex e Eren Re, due società attive nelle rinnovabili, con l’obiettivo di spostare entro il 2035 un quinto dei suoi asset sul low carbon. In Italia, oltre al caso estremo di Erg che è uscita completamente dalla raffinazione per concentrarsi sull’energia eolica, c’è l’Eni che fin dal 2005 si è dotata di una Direzione energy solutions, dedicata interamente alla ricerca e alle applicazioni sulle rinnovabili.

Fonte:La Repubblica, Affari&finanza – Marco Frojo (pag. 60)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

I prezzi della CO2 alle stelle: pericoli per famiglie e imprese

Il mercato europeo dell’energia elettrica oggi è caratterizzato da un tale squilibrio da rendere inevitabile un amaro rincaro della bolletta.
[leggi tutto…]

Stoccaggi gas, prelievi record in Europa

Nell’inverno 2020-2021 raggiunta quota 720 TWh
[leggi tutto…]

Snam & C, i primi utili dal Tap

Dall’inizio dell’anno il gasdotto Tap ha già trasportato oltre 1,3 miliardi di metri cubi di gas. Ma ancora prima, nel corso del 2020, ha iniziato anche a far affluire i primi utili nelle casse degli azionisti del consorzio Tap Ag
[leggi tutto…]