Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Da big oil un miliardo per ridurre le emissioni
05/11/2016 - Pubblicato in news internazionali

Un miliardo di dollari da mettere in campo da qui ai prossimi dieci anni con un obiettivo preciso: accelerare lo sviluppo e la diffusione di tecnologie innovative a basse emissioni. L’investimento, annunciato ieri a Londra, porta la firma dell’Oil and Gas Climate Initiative, l’alleanza lanciata ufficialmente nel settembre 2014, a valle del vertice sul clima voluto dal segretario generale delle Nazioni Unite a New York, e che raggruppa dieci major oil, a cominciare dall’Eni: l’inglese Bp, il colosso cinese Cnpc, l’azienda di stato messicana Pemex, l’indiana Reliance Industries, la spagnola Repsol, la multinazionale anglo-olandese Royal Dutch Shell, la compagnia saudita Saudi Aramco, i norvegesi di Statoil e la francese Total. La collaborazione tra le dieci compagnie può produrre i risultati migliori: la diffusione su ampia scala della cattura, utilizzo, stoccaggio del carbonio, nonché la riduzione delle emissioni di metano da parte dell’industria petrolio e gas al fine di massimizzare i benefici climatici del gas naturale.

Fonte: Il Sole 24Ore, Finanza&mercati – Celestina Dominelli (pag. 21)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Petrolio, nuovo rialzo sull’escalation di tensioni Usa-Iran

La decisione della Casa Bianca sul mancato rinnovo delle esenzioni per poter importare greggio dall’Iran ha avviato una spirale di tensione in grado di dare una nuova spinta ad un rally nelle quotazioni dell’oro nero.
[leggi tutto…]

Affondo Usa sull’Iran, impennata del petrolio

L’amministrazione Trump sbarra del tutto i cancelli internazionali al petrolio dell’Iran, eliminando le deroghe che aveva finora concesso a otto paesi tra i quali l’Italia
[leggi tutto…]

Def, il giudizio di imprese e sindacati

È in chiaroscuro il giudizio delle categorie produttive sul Def, dopo il giro di audizioni di ieri presso le commissioni Bilancio di Camera e Senato. Gli industriali apprezzano i “due decreti approvati ma non ancora pubblicati (così de
[leggi tutto…]