Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Bei-Cdp, 1 miliardo per l’energia
07/12/2016 - Pubblicato in aspetti tecnici,news internazionali

Un miliardo per l’efficienza energetica e per migliorare le condizioni climatiche. È questa la somma che potrebbe arrivare sul mercato italiano nell’arco dei prossimi mesi e garantita dal tandem Bei-Cdp. Il progetto è in fase di definizione e già sul tavolo della Banca Europea per gli Investimenti. Ma probabilmente, visto l’importo e l’importanza del progetto, il via libera definitivo al finanziamento arriverà solo entro il primo semestre del prossimo anno. Il tutto rientra nel piano Juncker (315 miliardi di euro di investimenti in ambito europeo). Nel dettaglio, l’operazione riguarda il settore del climate change, nell’ambito del quale sono previsti interventi volti a contrastare gli effetti del cambiamento climatico e a garantire un migliore impatto energetico. Il progetto prevede che, nel momento in cui le banche commerciali italiane (a partire dalle principali, quindi Intesa Sanpaolo, Unicredit, Ubi, Mps e così via) concedono linee di credito a soggetti privati, a energy services company (Esco) e, in parte, agli enti territoriali per progetti di importo massimo di 1 miliardo, interverranno Bei e Cdp. Le due istituzioni, in particolare, garantiranno il 50% del rischio che le banche si accolleranno concedendo nuova finanza.

Fonte: MF – Andrea Montanari (pag. 11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]