Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Basilicata, nuovo stop all’Eni in Val d’Agri
16/04/2017 - Pubblicato in news nazionali

Nuovo stop al Centro olio Val d’Agri dell’Eni di Viggiano da parte della Giunta regionale Basilicata e comunicato al Ministro dell’Ambiente Galletti e al Ministro dello Sviluppo economico Calenda. Sono state evidenziate contaminazioni causate dallo sversamento dei serbatoi del Cova di Viggiano e sono state sottolineate le inadempienze e i ritardi da parte di Eni rispetto alla prescrizioni regionali. Già nell’estate scorsa il Centro oli era stato chiuso per alcuni mesi dopo un’inchiesta della Procura di Potenza. Questa volta la causa è la presenza molto cospicua di manganese, ferro e idrocarburi policiclici aromatici nei sette campioni prelevati dall’Arpab fuori dal Centro Olio. Eni ha chiesto di poter esaminare i contenuti della delibera della Giunta regionale, in quanto le operazioni per la messa in sicurezza e le attività di caratterizzazione sono sempre condotto con la massima diligenza.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Impresa&Territori – I.L. (pag. 13)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Eni, rosso da 7,34 miliardi. Taglia spese, investimenti e anche il dividendo

Eni chiude il “peggior semestre nella storia dell’oil&gas”, due materie deprezzate del 57% da gennaio, con un rosso di 7,34 miliardi di euro legato molto a svalutazioni di magazzino. I conti nuovi, del secondo trimestre, sono comunqu
[leggi tutto…]

Sad e gas per usi industriali, supplemento di istruttoria

La Commissione interministeriale per lo studio e l’elaborazione di proposte per la transizione ecologica e per la riduzione dei sussidi ambientalmente dannosi (Sad) ha formulato alcune proposte normative volte a rimodulare sette Sad previsti nel rel
[leggi tutto…]

Sussidi dannosi: sul tavolo rimodulazioni di 7 Sad, ma cautela su accise gas

La commissione interministeriale sui sussidi ambientalmente dannosi ha individuato proposte per la rimodulazione di sette Sad
[leggi tutto…]