Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il barile a 50$ e la possibile staffetta Opec – shale oil
26/05/2016 - Pubblicato in news internazionali

Cinquanta dollari al barile si conferma un traguardo difficile da riconquistare per il petrolio. Ieri ci si è andati molto vicino: il Wti, in rialzo di oltre il 2%, si è spinto fino a 49,73 dollari, il massimo da 7 mesi. Il Brent, con cui il riferimento americano ha ormai chiuso le distanze, si è fermato a 49,74 dollari. Il tentativo di violare quella che non è solo una soglia psicologica, ma anche una resistenza tecnica, non è riuscito nemmeno con l’aiuto dei dati degli Stati Uniti, che hanno mostrato un forte calo delle scorte di greggio, un ulteriore passo indietro della produzione e una domanda vigorosa alla vigilia della driving season, al via ufficialmente da lunedì. Il prossimo vertice dell’Opec, la prossima settimana, non dovrebbe riservare sorprese: nessuno si aspetta tagli alla produzione e nemmeno la resurrezione del piano per congelare l’output.

Fonte:Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag. 5)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Sussidi ambientali, fra tagli e retromarce tutte le voci sotto tiro

In queste settimane il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha annunciato di voler rincarare l’accisa del gasolio per modificare il prezzo e rendere il diesel più costoso della benzina, perché ritenuto un sussidio dannoso per l&
[leggi tutto…]

Industria ceramica in allarme: <<Arrivano costi folli per la CO2>>

Cambiano e diventano più severe le regole europee per le emissioni di anidride carbonica dell’industria
[leggi tutto…]

Cipro, il fronte del mare. Così la corsa al gas accende incubi di guerra

Dalla scoperta del gas nel 2011 l’isola di Cipro è sempre di più il terreno di confronto tra sfidanti ben più potenti dei suoi residenti, divisi  da una linea di demarcazione da oltre cinquanta anni, turco-ciprioti e greco-
[leggi tutto…]