Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Al Badri: non tutti i membri a Doha
22/03/2016 - Pubblicato in news internazionali

Tutti i Paesi membri dell'Opec saranno inviati al meeting sul congelamento della produzione di greggio che si terrà ad aprile a Doha, in Qatar.  Lo ha affermato il segretario generale dell'Organizzazione, Abdallah Salem El-Badri, dicendosi speranzoso che i prezzi dell'oro nero abbiano toccato il fondo. In particolare, El-Badri ritiene che il costo del petrolio raggiungerà un livello moderato. "Apprendo che circa 15 Paesi parteciperanno. Forse alcuni dei nostri membri non parteciperanno, così come alcuni Paesi non-Opec, ma 15 o 16 tra i principali Paesi produttori non è un cattivo numero", ha spiegato poi El-Badri.  Per il segretario generale dell'Opec, è importante prima di tutto implementare il congelamento della produzione per poi pensare al futuro. El-Badri ritiene però che a bilanciare il mercato non basti soltanto il contributo dei Paesi Opec.  El-Badri ha infine chiarito che il meeting di Doha avverrà indipendentemente dalla posizione dell'Iran.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati –red (pag. 34)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cioffi (Mise) al Consiglio Ue: “Serve una carbon tax”

“Se vogliamo essere competitivi forse dovremmo ricominciare a pensare a una carbon tax che ci permetta di avere una specificità dell’Europa rispetto ad altri Paesi”.
[leggi tutto…]

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]