Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Autorità: da nomine Gme possibile conflitto di interessi
28/10/2015 - Pubblicato in news nazionali

L'Autorità per l'energia ha infatti avviato un procedimento per verificare l'esistenza di conflitti di interesse derivanti dal fatto che nel consiglio di amministrazione del Gme siedono due dirigenti del Gse, che opera come controparte nel mercato gestito dal Gme e al contempo ne è l'azionista unico. Nel mirino dell'Autorità è il nuovo assetto di governance del Gme stabilito in occasione delle nomine dei vertici. In caso di accertato conflitto di interessi, l'Autorità potrà formulare una segnalazione al Parlamento o al Governo sulle eventuali criticità rilevate, formulare al Governo una proposta di intervento sull'assetto dei mercati o adottare provvedimenti correttivi ai sensi dell'articolo 43, comma 5, del decreto legislativo 93/11 per la tutela della neutralità del Gme nello svolgimento di alcune attività di monitoraggio e di gestione dei mercati energetici. La scelta di nominare consiglieri due dirigenti del Gse (Rosaria Tappi e Luca Barberis), si legge nella delibera, “si pone in rilevante discontinuità con le decisioni passate sulla governance del Gme, realizzando un assetto di potenziale influenza del Gse, in qualità di operatore di mercato, a tutti i livelli, anche di gestione ordinaria, sulle funzioni caratteristiche del Gme”.

Fonte: Staffetta Quotidiana 

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Idrogeno verde, per la competitività servono 150 mld $ in 10 anni

L'idrogeno verde, prodotto per elettrolisi dall'acqua attraverso elettricità da fonte rinnovabile, è una strada promettente, ma per renderlo economicamente sostenibile – con un costo di un dollaro al kg – servono incent
[leggi tutto…]

Snam, dal Golfo alla Cina

Due anni fa Snam si è aggiudicata la gara per la privatizzazione di Desfa, la società dei gasdotti in Grecia
[leggi tutto…]

Petrolio, i Paesi del G7 chiedono la fine della guerra dei prezzi

Preoccupati per la discesa del prezzo del petrolio, ma soprattutto per la guerra dei prezzi in corso, i Paesi del G/ hanno rivolto un appello ai maggiori Paesi produttori “per cercare di aiutare gli sforzi per mantenere la stabilità economica
[leggi tutto…]