Associazioni Promotrici

Home Chi siamo / Associazioni Promotrici

Uno strumento di aggregazione

La Società Consortile Gas Intensive, nata nel 2001, è promossa da sette Associazioni di Categoria confindustriali (Assocarta, Assofond, Assomet, Confindustria Ceramica, Assovetro, Ca.Ge.Ma, Federacciai) dei settori gas intensive, per fornire uno strumento di aggregazione ai Soci per i loro acquisti di gas naturale nella prospettiva di un’effettiva liberalizzazione del mercato nazionale. 

 

ASSOCARTA - Associazione nazionale dei produttori di carta, cartoni e paste per carta

Assocarta è l’associazione nazionale dei produttori di carta, cartoni e paste per carta. I suoi soci coprono oltre l’85% della produzione italiana del settore. L’associazione ha lo scopo di coordinare e promuovere gli interessi di ogni settore dell’industria cartaria in cui operino le imprese associate, e di tutelarli sia a livello nazionale che europeo. 

L’industria italiana della carta e del cartone è una realtà composta da 134 imprese, con circa 172 stabilimenti e 21.000 addetti diretti e altrettanti nell’indotto, e con un fatturato globale di 6 miliardi di Euro.

ASSOFOND - Associazione Nazionale Fonderie

Assofond è la Federazione Nazionale Fonderie. Attualmente aderiscono all’associazione 250 fonderie, su un totale del settore di circa 1.220 imprese, che rappresentano il 75% della produzione nazionale, con 29.000 addetti diretti ed un fatturato di circa 10 miliardi di euro nel 2008 sceso a 5,4 nel 2009. Assofond comprende al suo interno quattro associazioni di comparto (Fonderie di Ghisa, di Acciaio, di precisione, di Metalli non Ferrosi), ciascuna con propria autonomia operativa.

ASSOMET - Associazione nazionale degli imprenditori della metallurgia non ferrosa

Assomet è l'Associazione nazionale degli imprenditori della metallurgia non ferrosa. Inquadra le aziende italiane produttrici e trasformatrici di metalli non ferrosi: alluminio, piombo, rame, zinco, nichel, stagno, magnesio, metalli preziosi e metalli minori. L’industria dei metalli non ferrosi è presente in Italia con 1.350 aziende che danno lavoro a 31.300 dipendenti per un fatturato di 15 miliardi di Euro. Queste imprese sono attive nella produzione di metalli primari, secondari, semilavorati e getti di fonderia. 

ASSOVETRO - Associazione Nazionale degli Industriali del Vetro

Assovetro, Associazione Nazionale degli Industriali del Vetro. È una Associazione senza scopo di lucro alla quale aderiscono 100 Aziende industriali che fabbricano e trasformano il vetro. Possono aderire inoltre all’Associazione, in qualità di ‘Aggregate’, anche imprese che svolgono attività complementari o accessorie. L’industria italiana del vetro impiega circa 18.700 addetti ed ha un fatturato pari ai 3,5 miliardi di Euro. All’interno dell’Associazione le Aziende sono raggruppate in Sezioni distinte, in ragione della loro produzione o della attività lavorativa svolta. I settori rappresentati sono il vetro piano (per l’edilizia ed i mezzi di trasporto), il vetro cavo meccanico (bottiglie, vasi, flaconi, articoli per uso domestico), tubi e vetri tecnici, lane di vetro per isolamento, filati di vetro per rinforzi, cristalli e vetri lavorati a mano. I comparti delle trasformazioni del vetro e delle seconde lavorazioni sono rappresentati in Sezioni a queste dedicate. 

CAGEMA - Associazione dell'Industria Italiana della Calce, del Gesso e delle Malte

L’associazione, nata dalla necessità degli imprenditori di dotarsi di un organismo di rappresentanza nei rapporti con le istituzioni e le amministrazioni, con le organizzazioni politiche, economiche, sindacali e sociali, è uno strumento capace di individuare e soddisfare le esigenze emergenti e in continua evoluzione dei settori rappresentati. Aderiscono 23 aziende del settore della Calce, del Gesso e delle Malte che coprono ben oltre l'80% della produzione nazionale, con un numero di dipendenti superiore a 2000 e con un fatturato di circa 1.5 miliardi di Euro.

CONFINDUSTRIA CERAMICA - Associazione dell’industria ceramica italiana

Confindustria Ceramica è l’associazione dell’industria ceramica italiana; ad essa aderiscono le imprese che producono piastrelle di ceramica, laterizi (nel 2019 ha incorporato ANDIL, l'Associazione Nazionale degli Industriali dei Laterizi), materiali refrattari, ceramica sanitaria, porcellane e ceramiche per uso domestico e ornamentale, ceramiche per uso industriale, grès ceramico. Complessivamente i settori rappresentati contano oltre 300 imprese industriali e realizzano un fatturato prossimo ai 6 miliardi di euro/anno impiegando circa 32.000 addetti.

FEDERACCIAI

Federacciai è la Federazione che rappresenta le Imprese Siderurgiche Italiane conta ad oggi circa 140 aziende associate, per circa 100.000 addetti (diretti e indiretti) , che realizzano e trasformano oltre il 95% della produzione italiana di acciaio. Il fatturato del comparto si è attestato nel 2009 intorno ai 26.000 milioni di Euro. Federacciai , nata dalla fusione di tre grandi associazioni del settore, ha l’obiettivo di tutelare, supportare , promuovere attraverso iniziative in campo economico, politico, tecnico - scientifico , di immagine del settore in Italia e all'estero, oltre a mettere in relazione tra loro le aziende produttrici, trasformatrici di acciaio e prodotti siderurgici affini.

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Eni, rosso da 7,34 miliardi. Taglia spese, investimenti e anche il dividendo

Eni chiude il “peggior semestre nella storia dell’oil&gas”, due materie deprezzate del 57% da gennaio, con un rosso di 7,34 miliardi di euro legato molto a svalutazioni di magazzino. I conti nuovi, del secondo trimestre, sono comunqu
[leggi tutto…]

Sad e gas per usi industriali, supplemento di istruttoria

La Commissione interministeriale per lo studio e l’elaborazione di proposte per la transizione ecologica e per la riduzione dei sussidi ambientalmente dannosi (Sad) ha formulato alcune proposte normative volte a rimodulare sette Sad previsti nel rel
[leggi tutto…]

Sussidi dannosi: sul tavolo rimodulazioni di 7 Sad, ma cautela su accise gas

La commissione interministeriale sui sussidi ambientalmente dannosi ha individuato proposte per la rimodulazione di sette Sad
[leggi tutto…]