Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L’assedio americano al Nord Stream libera l’Europa centrale dal gas russo
26/11/2019 - Pubblicato in news internazionali

Sul progetto legato al raddoppio del gasdotto Nord Stream 2 è tornata a crescere la tensione geopolitica. Dopo la recente visita in Germania del segretario di Stato Mike Pompeo il Congresso americano ha alzato nuovamente lo scontro includendo nel progetto di legge sulla difesa nazionale 2020 un nuovo schema di sanzioni per tutte le società coinvolte nella costruzione del gasdotto. Nonostante queste mosse, sembra sempre più difficile evitare che il gasdotto venga completato. L’approvazione del progetto da parte del Bundestag e dell’agenzia energetica danese hanno aumentato le certezze. Mentre si continua a cercare un accordo tra Russia e Ucraina sul transito del gas e la nuova Commissione dovrà spingere Gazprom ad applicare i criteri di concorrenza e trasparenza previsti dalla direttiva gas, ai primi di dicembre Putin e Xi Jinping inaugureranno un nuovo gasdotto che dalla Siberia arriverà in Cina.

Fonte: Il Foglio – Gabriele Moccia (pag. 4)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

L’Asia è senza gas l’Europa si salva l’Italia ringrazia il Tap

Non c’è mica stato solo il Covid: a luglio ondata di caldo in Asia che fa crescere la domanda di energia per il condizionamento; a settembre un uragano in Camerun, uno dei maggiori produttori di gas, rallenta la produzione di Gnl che alimenta
[leggi tutto…]

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]