Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L’assedio americano al Nord Stream libera l’Europa centrale dal gas russo
26/11/2019 - Pubblicato in news internazionali

Sul progetto legato al raddoppio del gasdotto Nord Stream 2 è tornata a crescere la tensione geopolitica. Dopo la recente visita in Germania del segretario di Stato Mike Pompeo il Congresso americano ha alzato nuovamente lo scontro includendo nel progetto di legge sulla difesa nazionale 2020 un nuovo schema di sanzioni per tutte le società coinvolte nella costruzione del gasdotto. Nonostante queste mosse, sembra sempre più difficile evitare che il gasdotto venga completato. L’approvazione del progetto da parte del Bundestag e dell’agenzia energetica danese hanno aumentato le certezze. Mentre si continua a cercare un accordo tra Russia e Ucraina sul transito del gas e la nuova Commissione dovrà spingere Gazprom ad applicare i criteri di concorrenza e trasparenza previsti dalla direttiva gas, ai primi di dicembre Putin e Xi Jinping inaugureranno un nuovo gasdotto che dalla Siberia arriverà in Cina.

Fonte: Il Foglio – Gabriele Moccia (pag. 4)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Libia, resta forte la morsa di Haftar sui pozzi petroliferi

Continua, anche dopo Berlino, il gioco al rialzo del generale Haftar che non allenta la presa su porti e produzione di petrolio
[leggi tutto…]

Crisi energetica in caso di stop a investimenti nelle fossili

Anche se finanza, industria e governi promettono di fare passi in avanti sul tema della sostenibilità, gli ambientalisti esigono impegni ben più radicali
[leggi tutto…]

Tremila metri sotto i mari in cerca di petrolio

L’azienda petrolifera francese Total inizierà entro la fine del mese di gennaio la perforazione del più profondo pozzo di greggio al mondo sotto il livello del mare
[leggi tutto…]