Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L’asse Snam-General Electric per spingere il Gnl nei trasporti
29/05/2018 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Snam spinge sulla mobilità sostenibile. Dopo l’accordo di metà maggio con cui ha rilevato il marchio Cubogas, leader a livello internazionale nelle soluzioni di rifornimento con il gas naturale compresso (Cng), la società guidata da Alverà ha annunciato ieri un’intesa con Baker Hughes (gruppo General Electric) per sviluppare impianti di microliquefazione sul territorio nazionale. Le due aziende valuteranno la possibilità di realizzare quattro impianti di micro-Gnl, i primi di questo tipo in Italia e tra i primi in Europa. “Con questo accordo rafforziamo il nostro impegno per una maggiore diffusione della mobilità sostenibile e per la decarbonizzazione dell’intero settore dei trasporti in Italia” ha commentato ieri Alverà. Per capire il potenziale futuro, vale la pena rammentare un dato contenuto nel Documento di consultazione per una Strategia Nazionale sul Gnl in cui si stima che, nel 2030 saranno usati 3.2 milioni di tonnellate di Gnl e di biometano liquefatto nei trasporti, con 800 stazioni di servizio dedicate.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza&Mercarti – Celestina Dominelli (pag. 33)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Snam a un passo dal gasdotto Olt

Il passaggio di mano del 49,07% del rigassificatore di Livorno, Olt Offshore Lng Toscana, è sempre più vicino
[leggi tutto…]

Effetto shock sul petrolio: il barile vola del 14%

L’attacco che ha dimezzato la produzione di petrolio dell’Arabia Saudita ha messo a nudo la vulnerabilità di un pilastro del sistema energetico mondiale
[leggi tutto…]

Riad mobilita le riserve per evitare il caro-petrolio

Oltre alle questioni relative alla sicurezza sono gli effetti economici e finanziari provocati dall’attacco alle due raffinerie saudite a preoccupare la comunità internazional
[leggi tutto…]