Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa In Asia la sfida petrolifera tra Arabia Saudita e shale oil
06/04/2017 - Pubblicato in news internazionali

L’Asia è il nuovo terreno della sfida petrolifera tra l’Arabia Saudita e gli Stati Uniti dello shale oil. La Cina, fina dal via libera alle esportazioni di greggio americano, si è imposta come primo acquirente, importando 8,08 milioni di barili, superando anche il Canada con 6,84 mb. La potenza dei Paesi dell’Opec è comunque di gran lunga superiore. Riad ha deciso di combattere gli Usa con una strategia commerciale: applicando riduzioni di prezzo per il secondo mese consecutivo ai clienti asiatici. In Asia e in Europa la maggiore insidia per il petrolio saudita non sono gli Stati Uniti, ma la Russia che guadagna forti quote di mercato. L’Arabia Saudita quindi continua ad adottare politiche di prezzo mirate.

Fonte: Il Sole 24Ore, Finanza&mercati – Sissi Bellomo (pag. 30)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Energia, l’idrogeno al 13-14% nel mix europeo entro il 2050

Sullo sfondo c’è l’obiettivo di decarbonizzare l’economia europea, traguardo che verrà raggiunto anche tramite l’idrogeno, che dovrebbe crescere nel mix energetico fino al 13-14% da qui al 2050 puntando soprattutto su
[leggi tutto…]

Ad agosto arriva il gas in Puglia. Turisti sulle spiagge del Tap

Il metano che viene estratto dal Mar Caspio fino alla settimana scorsa arrivava sui monti del Pindo al confine tra la Grecia e l’Albania
[leggi tutto…]

Dalla lotta alle frodi al taglio dei sussidi

Lo chiamano “Pins”, Piano di politica economico-finanziaria per l'Innovazione e la sostenibilità, ed è la new entry annunciata nel Programma nazionale di riforma (Pnr), che servirà a organizzare tutti i piani preesist
[leggi tutto…]