Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Arrivano 1,2 mld per 2950 imprese energivore italiane
25/11/2016 - Pubblicato in aspetti tecnici,news nazionali,normativa

Sbloccati dall’Unione europea fondi pari 1,2 mld di euro per le 2.950 imprese (italiane) a forte consumo energetico grazie al primo accordo raggiunto tra lo Sviluppo economico e gli organi della Commissione europea. Grazie a questo accordo alle imprese energivore non verrà richiesto di rinnovare le garanzie o le fideiussioni. Lo sblocco definitivo delle risorse pregresse è libero da ogni forma di garanzia. Le agevolazioni relative all’anno 2014 saranno erogate in tempi brevi. I fondi sono già nella disponibilità della Csea (Cassa per i servizi energetici e ambientali). Questo è quanto sostiene il ministero dello sviluppo economico, guidato da Carlo Calenda in merito all’accordo raggiunto tra il dicastero di Via veneto e dalla direzione generale concorrenza della commissione Ue. Anche le agevolazioni relative all’anno 2015 sono già disponibili presso la Csea, ma l’erogazione avverrà solo successivamente alla raccolta, da parte della Csea, dei dati del 2015. Le agevolazioni saranno calcolate secondo la normativa nazionale vigente, ovvero in riferimento a tutti gli oneri generali di sistema.Sbloccati dall’Unione europea fondi pari 1,2 mld di euro per le 2.950 imprese (italiane) a forte consumo energetico grazie al primo accordo raggiunto tra lo Sviluppo economico e gli organi della Commissione europea. Grazie a questo accordo alle imprese energivore non verrà richiesto di rinnovare le garanzie o le fideiussioni. Lo sblocco definitivo delle risorse pregresse è libero da ogni forma di garanzia. Le agevolazioni relative all’anno 2014 saranno erogate in tempi brevi. I fondi sono già nella disponibilità della Csea (Cassa per i servizi energetici e ambientali). Questo è quanto sostiene il ministero dello sviluppo economico, guidato da Carlo Calenda in merito all’accordo raggiunto tra il dicastero di Via veneto e dalla direzione generale concorrenza della commissione Ue. Anche le agevolazioni relative all’anno 2015 sono già disponibili presso la Csea, ma l’erogazione avverrà solo successivamente alla raccolta, da parte della Csea, dei dati del 2015. Le agevolazioni saranno calcolate secondo la normativa nazionale vigente, ovvero in riferimento a tutti gli oneri generali di sistema.

Fonte: Italia Oggi – Marco Ottaviano (pag. 50)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Petrolio volatile in attesa di G20 e Opec

Le nuove sanzioni Usa contro l’Iran non hanno smosso i mercati petroliferi.
[leggi tutto…]

Dal gas alle reti, quattro mine sul Piano energia

La campanella suonerà il 31 dicembre quando tutti i paesi Ue dovranno presentare la versione definitiva dei Piani nazionali per l’energia e il clima
[leggi tutto…]

Phase out La Spezia, i sindacati: conversione a gas ed essenzialità

Per la prima volta tutti i partecipanti al tavolo del phase out (tranne il ministero dello Sviluppo economico) si incontreranno in pubblico per parlare della centrale a carbone di La Spezia.
[leggi tutto…]