Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Alverà: “Il gas è il futuro e la Snam è pronta più reti per l’Europa”
19/02/2018 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

L’amministratore delegato di Snam Alverà è stato intervistato su vari temi legati al gas e alle reti in Europa. Sul tema sicurezza circa l’approvvigionamento di gas ha garantito la disponibilità di stoccaggi che permettono di affrontare le emergenze, sottolineando che è comunque importante prendere coscienza del fatto che il gas sta assumendo un ruolo crescente tra le fonti energetiche. Su come cambia il mondo, ha affermato che tutti vogliono un energia più pulita. Ha parlato anche di Trump  e delle riforme messe in atto: ‘la spinta data alla produzione dallo shale oil e gas ha permesso alle industrie americane di alimentarsi prendendo sempre meno. Dieci anni fa il gas negli Usa costava 8,5 dollari al milione di btu (British Termal Unit); oggi costa meno di 3 dollari’. Sul Tap ha affermato che è una priorità assoluta per l’Italia, per l’Europa e per l’ambiente, perché bisogna che ogni paese diversifichi le proprie fonti di approvvigionamento e ogni giorno c’è bisogno in Europa di nuove infrastrutture strategiche per aumentare la sicurezza e per ridurre i prezzi.

Fonte: Repubblica, Affari&Finanza – Fabio Bogo (pag. 4)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]

Sanzioni Usa e caso Navalny, Nord Stream 2 torna nel mirino

Doppio attacco al Cremlino, nel pomeriggio di ieri. Il primo è partito dalla Casa Bianca nelle ultimissime ore dell’amministrazione Trump, che ha sganciato il suo siluro finale sul Nord Stream 2
[leggi tutto…]