Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Aie, più capacità di stoccaggio oil nel 2016
21/01/2016 - Pubblicato in stoccaggi

Quest'anno dovrebbero essere completati depositi per stoccare oltre 230 milioni di barili. Una capacità che si localizzerà soprattutto in Cina, che peserà in questo processo per oltre il 50% con i suoi 110 milioni di barili di capacità nei siti di Jinzhou e Huizhou, per lo stoccaggio di scorte strategiche. Altri depositi dovrebbero essere costruiti in Yangpu, Dongying, Yunnan e Shandong. In India la capacità di stoccaggio per le scorte strategiche aumenterà di circa 30 milioni di barili nel 2016. Progetti più piccoli stanno per essere completati anche in Singapore (4,5 milioni di barili) e Maldive (0,3 milioni di barili). Prossimamente, inoltre, la capacità di stoccaggio in Medio Oriente dovrebbe aumentare parecchio, in particolare in Oman e Emirati Arabi, che dominano lo stretto di Hormuz. "Quest'anno vedremo gli Emirati Arabi aumentare di 10 milioni di barili la loro capacità di stoccaggio a Fujairah e nella free trade zone di Hamiyah - si legge - nel 2017 dovrebbe vedere la luce l'ambizioso progetto omanita di Ras Markaz, che potrebbe arrivare a contenere 200 milioni di barili". Progetti di ampliamento sono previsti anche in Sud Africa (0,7 milioni di barili) e Mozambico (1 milione di barili).

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Sussidi ambientali, fra tagli e retromarce tutte le voci sotto tiro

In queste settimane il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha annunciato di voler rincarare l’accisa del gasolio per modificare il prezzo e rendere il diesel più costoso della benzina, perché ritenuto un sussidio dannoso per l&
[leggi tutto…]

Industria ceramica in allarme: <<Arrivano costi folli per la CO2>>

Cambiano e diventano più severe le regole europee per le emissioni di anidride carbonica dell’industria
[leggi tutto…]

Cipro, il fronte del mare. Così la corsa al gas accende incubi di guerra

Dalla scoperta del gas nel 2011 l’isola di Cipro è sempre di più il terreno di confronto tra sfidanti ben più potenti dei suoi residenti, divisi  da una linea di demarcazione da oltre cinquanta anni, turco-ciprioti e greco-
[leggi tutto…]