Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Aie, frena la domanda petrolifera mondiale
15/04/2016 - Pubblicato in news internazionali

Nel 2016 la domanda petrolifera mondiale crescerà solo di 1,2 milioni di barili al giorno, in frenata rispetto all'aumento di 1,8 milioni di barili giorno guadagnati nel 2015. E' quanto prevede l'Aie, nel suo ultimo Oil Market Repor, sottolineando che la frenata dei consumi di greggio riguarderà principalmente la Cina, gli Usa e gran parte dell'Europa. “I dati preliminari del primo trimestre del 2016 rivelano che la frenata è già in atto – scrive l'Aie – su una base di crescita annuale pari a +1,2 mln b/g, dopo il guadagno di 1,4 mln b/g del quarto trimestre del 2015 e il +2,3 mln b/g del terzo trimestre 2015”. La produzione di greggio Opec è scesa di 90.000 b/g in marzo a 32,47 mln b/g a causa delle interruzioni di offerta da Nigeria, Emirati Arabi e Iraq, che non sono state controbilanciate sufficientemente dagli aumenti in Iran e Angola. L'offerta dall'Arabia Saudita è calata in marzo, restando intorno ai 10,2 milioni di barili al giorno. L'offerta mondiale di greggio in marzo è calata di 0,3 milioni di barili al giorno a 96,1 milioni di barili al giorno. “Lo scenario per la produzione non Opec nel 2016 è praticamente invariata rispetto al rapporto del mese scorso, a 57 milioni di barili al giorno, 710.000 b/g in meno rispetto alla media del 2015”, si legge.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]