Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L’Aie si corregge: domanda di petrolio sovrastimata in Asia
12/08/2017 - Pubblicato in news internazionali

L’Agenzia Internazionale per l’Energia ha appena ritrovato i “missing barrels”: sono quasi 230 milioni di barili che sicredevano consumati in Asia tra il 2015 e il 206 che invece hanno gonfiato le scorte. Pessima notizia per l’Opec che sta cercando sdi forzare lo smaltimento dell’eccesso di produzione degli anni passati. I barili dispersi sono un’ossessione degli analisti petroliferi: il vero problema sono i paesi emergenti, che producono e consumano enormi quantità di greggio, ma forniscono dati statistici frammentari poco puntuali e spesso imprecisi. La vita di Opec si sta complicando: la disciplina nei tagli è scesa al 75% in luglio e la produzione di shale oil continua a salire tanto che l’Aie si aspetta che l’offerta di greggio torni a superare la domanda nel trimestre in corso.

Fonte: Il Sole 24 Ore Finanza & Mercati – Sissi Bellomo (pag. 21)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]