Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L’Aie si corregge: domanda di petrolio sovrastimata in Asia
12/08/2017 - Pubblicato in news internazionali

L’Agenzia Internazionale per l’Energia ha appena ritrovato i “missing barrels”: sono quasi 230 milioni di barili che sicredevano consumati in Asia tra il 2015 e il 206 che invece hanno gonfiato le scorte. Pessima notizia per l’Opec che sta cercando sdi forzare lo smaltimento dell’eccesso di produzione degli anni passati. I barili dispersi sono un’ossessione degli analisti petroliferi: il vero problema sono i paesi emergenti, che producono e consumano enormi quantità di greggio, ma forniscono dati statistici frammentari poco puntuali e spesso imprecisi. La vita di Opec si sta complicando: la disciplina nei tagli è scesa al 75% in luglio e la produzione di shale oil continua a salire tanto che l’Aie si aspetta che l’offerta di greggio torni a superare la domanda nel trimestre in corso.

Fonte: Il Sole 24 Ore Finanza & Mercati – Sissi Bellomo (pag. 21)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

UE, due bandi per progetti d’interesse comune

La Commissione europea ha aperto due call for applications per progetti nell'ambito delle reti intelligenti (“smart grids”) e delle reti per il trasporto della CO2 da far rientrare nel quinto elenco di progetti d'interesse comune &nd
[leggi tutto…]

Gas, scatta la maxi speculazione. In Europa volatilità da Bitcoin

Gas come il Bitcoin, condizioni senza precedenti quelle in cui è precipitato il mercato, con i vertiginosi rincari del Gnl in Asia che hanno innescato un’ estrema volatilità sugli hub europei
[leggi tutto…]

Idrogeno verde anche per alimentare nuove centrali a gas

Fuori l’idrogeno blu, dentro l’idrogeno verde prodotto da fonti di energia rinnovabile.
[leggi tutto…]