Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Con l’accordo sul clima industria del gas al test della domanda
22/03/2017 - Pubblicato in news nazionali

Investire sul gas non basterà all’Italia per raggiungere gli obiettivi sul clima dell’Accordo di Parigi. I consumi di questo combustibile dovranno anzi diminuire di oltre un quinto al 2030 se vogliamo davvero ridurre le emissioni di Co2 nella misura richiesta dagli impegni europei. È questa la conclusione di uno studio realizzato dall’Associazione italiana economisti dell’energia (Aiee) per conto di Federmanger. Nello Scenario Ue-2030 la domanda subirebbe un vero e proprio crollo: -23%; in termini assoluti la contrazione sarebbe ancora più rilevante, perché lo studio prevede che il fabbisogno totale di energia diminuirà. In compenso l’Aiee prevede che nei prossimi 13 anni aumenterà la richiesta di energia elettrica.

Fonte: Il Sole 24Ore, Finanza&mercati – Sissi Bellomo (pag. 30)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Industria ceramica in allarme: <<Arrivano costi folli per la CO2>>

Cambiano e diventano più severe le regole europee per le emissioni di anidride carbonica dell’industria
[leggi tutto…]

Cipro, il fronte del mare. Così la corsa al gas accende incubi di guerra

Dalla scoperta del gas nel 2011 l’isola di Cipro è sempre di più il terreno di confronto tra sfidanti ben più potenti dei suoi residenti, divisi  da una linea di demarcazione da oltre cinquanta anni, turco-ciprioti e greco-
[leggi tutto…]

Riad: <<Chi punta contro il petrolio si farà male>>

Da un lato la domanda di petrolio che fatica a recuperare i livelli pre Covid, dall’altro le disciplina sui tagli di produzione che dopo mesi di estremo rigore è tornata a vacillare.
[leggi tutto…]