Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Con l’accordo sul clima industria del gas al test della domanda
22/03/2017 - Pubblicato in news nazionali

Investire sul gas non basterà all’Italia per raggiungere gli obiettivi sul clima dell’Accordo di Parigi. I consumi di questo combustibile dovranno anzi diminuire di oltre un quinto al 2030 se vogliamo davvero ridurre le emissioni di Co2 nella misura richiesta dagli impegni europei. È questa la conclusione di uno studio realizzato dall’Associazione italiana economisti dell’energia (Aiee) per conto di Federmanger. Nello Scenario Ue-2030 la domanda subirebbe un vero e proprio crollo: -23%; in termini assoluti la contrazione sarebbe ancora più rilevante, perché lo studio prevede che il fabbisogno totale di energia diminuirà. In compenso l’Aiee prevede che nei prossimi 13 anni aumenterà la richiesta di energia elettrica.

Fonte: Il Sole 24Ore, Finanza&mercati – Sissi Bellomo (pag. 30)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]