Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Accise sull'energia, calo di 1.266 mln di € nei primi 5 mesi
07/07/2015 - Pubblicato in news nazionali

Nei primi cinque dell'anno il gettito delle accise sull'energia è calato. Dai dati mensili sulle entrate tributarie del Dipartimento delle Finanze del ministero dell'Economia e delle Finanze diffusi questa sera (www.finanze.gov.it) emerge per maggio un calo di 177 milioni, leggermente inferiore a quello di 208 milioni registrato nel mese precedente, pari al 54,6%, del gettito dell'imposta di consumo sul gas metano (riclassificata accisa sul gas naturale per combustione), un calo di 35 milioni, pari al 18,1%, del gettito dell'imposta sull'energia elettrica e addizionali e un calo di 1 milione, pari al 3,8%, dell'imposta di consumo sugli oli lubrificanti e sui bitumi di petrolio. Dal calo si salvano solo il gettito dell'imposta di fabbricazione sugli oli minerali (riclassificata accisa sui prodotti energetici, loro derivati e prodotti analoghi) aumentato di 60 milioni di euro, pari al 2,9%, e quello dell'imposta di fabbricazione sui gas incondensabili (riclassificata accisa e imposta erariale di consumo sui gas incondensabili) aumentato di 8 milioni, pari al 22,9%. In totale un calo di 145 milioni di euro, da 2.655 a 2.510 milioni, pari all'5,4%, entrati in meno nella casse dello Stato rispetto all'aprile 2014.

Fonte: Staffetta Quotidiana 

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]

Gas, l'Egitto lancia la sfida

Eni e Shell hanno affermato apertamente che l'Egitto è l'opzione più economica per portare sul mercato le gigantesche riserve di gas del Mediterraneo orientale, un'opzione preferibile al progetto di maxigasdotto Cipro-Grecia E
[leggi tutto…]

Eni avanza ancora nel gas libico

La spagnola Repsol è stata costretta a dichiarare lo stato di forza maggiore per il suo giacimento di Sharara.
[leggi tutto…]