Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Per 2i ReteGas utili giù del 20%
21/09/2017 - Pubblicato in news nazionali

In attesa di conoscere l’evoluzione della gara sul gas per l’ambito territoriale minimo di Milano 1 che la vede opposta all’uscente A2A, 2i Rete Gas ha chiuso il primo semestre con un utile di 48 milioni di euro, in calo del 21,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Se rettificati per tenere conto di due operazioni di liability management, però, i profitti sono risultati in aumento del 20,7% a 69 milioni. Quanto ai ricavi, sono saliti del 18,1% a 395 milioni di euro grazie soprattutto al maggior fatturato (+57 milioni) relativo ai certificati bianchi (a causa dei maggiori acquisti e dei maggiori prezzi di mercato dei titoli di efficienza energetica operati nel primo semestre rispetto allo stesso periodo dello scorso anno). Il margine operativo lordo adjusted è ammontato a 194 milioni di euro (+3,7%), mentre l’ebit adjusted è cresciuto del 7,7% 118 milioni di euro. Nei primi sei mesi dell’anno sono cresciuti anche gli investimenti del gruppo controllato da F2i Fondi Italiani per le Infrastrutture Sgr (72%) e Ardian (28%), che rappresenta il secondo operatore nazionale indipendente nel settore con 58.300 chilometri di rete gestita e oltre 3,9 milioni di utenti serviti: un incremento di 3 milioni, che porta il totale a 105 milioni e che è dovuto principalmente ai maggiori investimenti per attività di miglioramento tecnico della rete di distribuzione.

Fonte: MF, Mercati – Nicola Carosielli (pag. 13)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

L’idrogeno dà prospettiva a Snam

Snam avrà un ruolo crescente nella transizione energetica basata anche sull’idrogeno
[leggi tutto…]

Gas, a giugno calo consumi limita i danni: -5,1%

I consumi di gas naturale nel mese di giugno registrano un nuovo calo, ma a cifra singola, con un ritorno alla normalità dei consumi civili che attenua l'impatto delle flessioni nell'industria e nel termoelettrico.
[leggi tutto…]

Intervista a Claudio Descalzi (ceo Eni): “ A Ravenna il più grande hub della C02 al mondo”

Descalzi spiega come l’emergenza del coronavirus abbia imposto un’accelerazione sulla trasformazione energetica: “dobbiamo definitivamente allontanarci dalla volatilità delle fluttuazione del prezzo del petrolio che ci sta bloccan
[leggi tutto…]