Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa 10.000 morti. Il costo all’anno del “Dieselgate”
18/09/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

L’Italia è il paese europeo dove l’inquinamento delle auto uccide di più. Ogni anno in Europa circa 10.000 persone muoiono a causa dell’ossido di azoto, gas nocivo emesso dai motori diesel; quasi un terzo delle vittime risiede in Italia. La ricerca svolta dall’Istituto Meteorologico Norvegese (MetNorway), in collaborazione con l’International Institute for Applied System Analysis (IIASA). Italia, Francia, Germania e Regno Unito totalizzano da soli il 70% dei decessi registrati in Europa. Se le auto diesel non avessero inquinato oltre i tetti imposti dall’Ue si sarebbero potuti evitare 5.000 morti. I trasporti sono la maggior fonte di inquinamento dell’aria, responsabile di circa 425 mila morti premature; più del 90% di queste sono decessi causati da malattie respiratorie e cardiovascolari.

Fonte: Il Fatto Quotidiano – Stefano Valentino (pag. 8)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Carbone auf Wiedersehen, svolta verde in Germania

L’offensiva del Green Deal tedesco passa per un superamento del carbone, con la chiusura entro il 2038 delle centrali alimentate da questo combustibile altamente inquinante
[leggi tutto…]

La Turchia di Erdogan lancia la sfida a Eni in Libia

Il presidente turco Erdogan ha annunciato che quest’anno avvierà attività di esplorazione e perforazione nel Mediterraneo nelle zone inquadrate dall’accordo sulla demarcazione dei confini marittimi con la Libia
[leggi tutto…]

Transizione e gas, affare in commissione Industria Senato

La commissione Industria del Senato avvierà a breve un “affare assegnato” sulla transizione energetica e il ruolo del gas e delle altre fonti
[leggi tutto…]