Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa 0,5 milioni di barili al giorno: è il deficit di offerta di petrolio stimato dall’Aie per il secondo trimestre del 2019
25/03/2019 - Pubblicato in news internazionali

Il mondo si potrebbe trovare senza petrolio. Così l’Agenzia internazionale dell’energia stima che nel secondo trimestre dell’anno la mancanza fisica di greggio sarà di 500.000 barili al giorno. Il macroeconomista Lorenzo Portelli spiega che non è quantitativo incolmabile perché va messo a confronto con un fabbisogno giornaliero mondiale di oltre 80 milioni di barili. Con il petrolio basta un calcolo minimamente errato e si piomba in casi politicamente esplosivi. L’accordo raggiunto faticosamente, è entrato in vigore il 1 gennaio e già la quota saudita è scesa dal 11 a 10,3 milioni di barili, e da 26 a 24 il totale Opec.

Fonte: Repubblica, A&F – Eugenio Occorsio (pag.14)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Crisi energetica in caso di stop a investimenti nelle fossili

Anche se finanza, industria e governi promettono di fare passi in avanti sul tema della sostenibilità, gli ambientalisti esigono impegni ben più radicali
[leggi tutto…]

Tremila metri sotto i mari in cerca di petrolio

L’azienda petrolifera francese Total inizierà entro la fine del mese di gennaio la perforazione del più profondo pozzo di greggio al mondo sotto il livello del mare
[leggi tutto…]

Il gas, economico e green, affossa il carbone

In nome dell’ambiente, ma anche dell’economia. Il ruolo del carbone nella generazione elettrica sta tramontando a una velocità senza precedenti in Europa
[leggi tutto…]